DEA BENDATA DOVE SEI???

 

OPEN C

OLIMPIA SAMARATE – VIRTUS   1-0  (0-0)

Formazione: Callegari, Boccalari, Milani, Pallaro, Rudoni, Marchesi, Fumagalli

Panchina: Cerri, Genoni M., Genoni C., Salmoiraghi

Inizio questo articolo dicendo che non credo al malocchio, ma dopo questa partita qualche dubbio sul fatto che qualcuno ce l’abbia fatto mi viene. Per la quinta giornata di campionato siamo ospiti dell’olimpia samarate, si gioca però a Cascina Elisa perché il campo dell’oratorio di Samarate non è agibile (e meno male).  Iniziamo la partita un po’ contratti e nei primi dieci minuti subiamo l’iniziativa dei padroni di casa, piano piano però riusciamo a prendere campo e in un paio di situazioni riusciamo ad impensierire la porta avversaria.. Col passare dei minuti la nostra pressione aumenta, da un rilancio della nostra difesa Simone è bravo a spizzare la palla di testa, palla che arriverebbe a Paolino, quest’ultimo però a platealmente spinto alle spalle dal difensore in piena area, rigore solare che solo il pessimo arbitro Bernardo da Gallarate non vede. Lo stesso arbitro si rende ancora protagonista di una decisione discutibile a nostro sfavore quando ammonisce invece di espellere il difensore avversario che falcia Mattia lanciato a rete. Prima della conclusione del tempo Claudio avrebbe un’ottima opportunità per presentarsi a tu per tu con il portiere ma sbaglia lo stop e si allunga troppo il pallone, gli avversari ci hanno impensierito con un paio di conclusioni da fuori neutralizzate dall’ottimo Callegari. Iniziamo la ripresa ancora più determinati, ed infatti ci stabiliamo costantemente nella metà campo avversaria, i padroni di casa si difendono e cercano solo di ripartire in contropiede. Le occasioni per noi arrivano presto ma come dice il titolo di questo articolo la dea bendata guarda altrove, per due volte Pallaro colpisce di testa, e per due volte a portiere battuto ci pensa il bravo numero 8 a salvare il gol (la seconda volta con una spettacolare rovesciata). Sono abbastanza vecchio per capire i segnali del destino, poco dopo infatti ci facciamo sorprendere da un lancio lungo, la punta fa sponda di testa per l’accorrente compagno che in piena area scarica un bolide su cui Calle non può nulla. Mancano 10 minuti alla fine e continuiamo l’assalto alla porta avversaria, subiamo l’ennesimo torto quando in area il difensore dell’olimpia stoppa con un muro pallavolistico una girata di Simone, Bernardo non concede il rigore ma preso probabilmente da rimorso, sul proseguire dell’azione assegna a nostro favore una punizione dal limite per un fallo inesistente, punizione che ahinoi non ha esito positivo. L’ultima occasione capita a Paolo che però eredita la dote dell’ex capitano dell’eccellenza Gufo e tira una mozzarella che il portiere blocca con il fondoschiena….. Arriva così la quinta ed immeritata sconfitta. Ragazzi stiamo uniti, perché la svolta deve arrivare, per forza.

Pagelle:

Calle: 6,5 ottimo esordio

Bocca: 6 bene in marcatura, un po’ meno nell’impostazione

Marci: 6,5 da il meglio di se quando viene spostato in fascia

Paolo: 5,5 soffre un po’ il campo pesante, conclusioni mozzarellose

Palla: 6 apatico nel primo tempo, meglio nel secondo dove sfiora per 2 volte il gol

Mattia: 5,5 collegasse il cervello sarebbe sempre tra i migliori, brutto gesto, meno male che l’arbitro non vede

Simo:  6 lotta ma si vede stoppare (anche di mano) tutte le conclusioni

Salmo: 6,5 riportato nel suo ruolo sfodera un’ottima prestazione

Marco: 6 lotta come Simone, a corto di fiato però

Claudio: 6 qualità  e quantità, mezzo voto in meno per l’occasione sprecata

Cerri: 7 non entra e non fa polemica, il mister ed io chiediamo scusa.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.