BRUTTO SPETTACOLO

Eccellenza

VIRTUS – S.EUSEBIO 4 – 5 ( 2 – 3 )

Formazione: Noè, Cattaneo, Graziano Ale, Milani M, Pallaro, Amati, Impelluso
Panchina: Gatti, Arborio, Mancuso, Bergamaschi, Graziano And, Rubello
Marcatori: Amati, Pallaro, Graziano Ale, Gatti

Ottava giornata di campionato, ospitiamo il S.eusebio squadra in crisi di risultati ma composta da ottimi elementi perciò vietato sottovalutare l’impegno, tra l’altro siamo tenuti a riscattare la prova opaca e colma di errori della giornata precedente. Rispetto a settimana scorsa la formazione vede il rientro di Impe per il resto formazione presso che standard. L’inizio partita è buono e dopo circa 5 minuti di gioco passiamo in vantaggio con un bel tiro di prima intenzione di Diego su ottima sponda di Impe. E’ un fuoco di paglia perché il nostro gioco non scorre fluido e gli avversari con il loro centrocampista e gli uomini di fascia ci fanno soffrire. Il pareggio però arriva su una nostra disattenzione, gli ospiti battono una rimessa o un corner (non ricordo bene) respingiamo il primo cross ma sulla seconda ribattuta nella nostra area lasciamo solo un avversario a due metri dalla porta e per lui è un giochetto infilare il pallone in rete. Passa qualche minuto e andiamo addirittura sotto, rimessa a nostro favore battuta male (diciamo da sempre che le rimesse vanno battute sui piedi se ravvicinate) che lancia il contropiede avversario, tiro a fil di palo che Christian sfiora ma non riesce a deviare e 2 a 1 per gli ospiti. Fortunatamente la reazione è immediata e Palla con un’azione personale pareggia “uccellando” con una sorta di pallonetto il portiere avversario. Partita rimessa in carreggiata?? Ma che, un tentativo di triangolo tra Fede (subentrato a Diego) ed Impe viene intercettato e dopo aver vinto due contrasti il bravo centrocampista giallo-nero entra in area e batte Christian in uscita. Il tempo finisce e chiudiamo sotto di un gol il primo tempo. Iniziamo la ripresa vogliosi di ribaltare il risultato ma si gioca più con i nervi che con la testa e spesso per la foga si fanno le scelte sbagliate, intorno al decimo minuto arriva sui piedi di Diego (rientrato al posto di un Marcello abbastanza sotto tono) la palla buona ma il nostro “bomber” in precario equilibrio non riesce ad angolare troppo il tiro ed il portiere uscito a valanga respinge il tiro. Ovviamente dal possibile pareggio passiamo a subire il quarto gol, lancio lungo dalla difesa, Eboh probabilmente valuta male la traiettoria del pallone ed interviene in maniera non precisa, nel tentativo di recuperare palla e posizione si scontra con Christian che nel frattempo era uscito per chiudere lo specchio della porta all’evversario e la frittata è fatta. L’altalena di gol continua, accorciamo le distanze con Sandro lanciato nello spazio da Fede, ma ancora una volta subiamo gol con una fase difensiva decisamente da rivedere, ok eboh avrebbe potuto contrastare meglio l’uomo scappato in fascia ma perché sul cross di quest’ultimo c’è un avversario solin soletto in area libero di appoggiare in rete senza opposizione??? Tutto da rifare, abbiamo la forza e la fortuna di trovare il quarto gol su punizione con Fede ( portiere beffato da un velo di un suo difensore). Nel finale però succede di tutto, gli animi già bollenti per una direzione di gara decisamente pessima (questo arbitro sarebbe da pensionare) esplodono, Fede viene tolto da Mister Biondi prima che che venga espulso (già ammonito si rivolge al direttore di gara in maniera non proprio amichevole), Vengono espulsi Eboh e l’attaccante avversario per reciproche scaramucce (nella caciara Fede riesce comunque a farsi espellere) Insomma a pallone non si gioca più e la partita finisce 4-5. Altra prova decisamente al di sotto del nostro standard aggravata da un nervosismo eccessivo, sappiamo benissimo che questo arbitro ha dei grossi limiti e ci siamo cascati in pieno. A tal proposito mi permetto di dare una tirata di orecchie pubblica al nostro Golden Boy Fede, uno come lui riconosciuto dal gruppo (insieme ad altri 2 o 3 senatori) come leader tecnico e carismatico non può e non deve permettersi le scenate fatte questa sera (è un ragazzo intelligente e sa che l’ha fatta fuori dal vaso). Detto questo bisogna ritrovare velocemente la retta via a partire dalla prossima difficilissima trasferta contro il Calcagni. Forza ragazzi!!!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.