TROVATA LA NUOVA BESTIA NERA….

Eccellenza

M.I.C. – VIRTUS 3 – 1 ( 2 – 0)

Formazione: Rubello, Cattaneo, Graziano Ale, Impelluso, Milani M, Gatti, Pallaro
Panchina: Amati, Mancuso, Mappelli, Valentino, Boccalari, Bergamaschi
Marcatori: Impelluso

Eccoci, si ricomincia a “giocare” dopo la pausa per le festività e si ricomincia con la trasferta di Domenica mattina in quel di Gallarate contro i ragazzi della Madonna in campagna. Fa freddo ed infatti la nostra sarà l’unica partita del week-end visto che tutte le altre sono state rinviate per campi impraticabili. Diciamo subito che anche il campo su cui dobbiamo giocare non è nelle condizioni ideali, duro come il sasso e con una fascia dove ci vorrebbero le catene per stare in piedi. La formazione di partenza è pressoché la solita con l’eccezione del portiere, Chri appiedato dalla febbre lascia il posto a Rubo che così fa il suo esordio in eccellenza. Iniziamo la partita con il giusto piglio e dopo qualche minuto arriva la prima palla gol, con Palla che a pochi metri dal portiere ma in precario equilibrio calcia alto, il pallino del gioco è in mano nostra ma come spesso accade nel calcio al primo tiro gli avversari fanno gol, e che gol, tiro al volo da lontano che s’infila quasi nel sette lasciando Rubo di sasso, insomma, non si offenda l’autore ma questo è quello che viene definito in gergo “il gol della Domenica”, Come se niente fosse ricominciamo a macinare gioco alzando ulteriormente il baricentro creando azioni pericolose ma che ahi noi non si concretizzano, gli avversari invece ripartono in contropiede e centrano una traversa con un tiro dal limite dell’area e all’ultimissimo secondo trovano addirittura il gol del raddoppio con un’azione insistita. Iniziamo la ripresa con Diego che prende il posto di Palla (uscito per il riacutizzarsi del dolore alla caviglia infortunata in allenamento), la prima clamorosa palla gol capita agli avversari ma questa volta Rubo dice di no con una parata strepitosa, passato il pericolo iniziamo noi il tiro a segno, occasioni a raffica capitano ad Impe e a Diego ma un pò per bravura del portiere e un pò perché potevamo fare meglio noi la palla non vuole entrare, più passano i minuti e più è forte la sensazione che questa partita non riusciremo a raddrizzarla. Nel tentativo disperato di alzare ulteriormente il baricentro il Mister toglie Sandro e mette Teo ma anche questa mossa non porta frutti, quando mancano 3 o 4 minuti alla fine gli avversari mettono il punto esclamativo sulla vittoria siglando su punizione il terzo gol. Il nostro smisurato orgoglio ci permette di realizzare con Impe praticamente allo scadere il gol della bandiera. Che dire, la prestazione c’è stata, ai nostri ragazzi non possiamo rimproverare niente, chi segue il calcio sa che ci sono partite come queste. Certo per le nostre ambizioni è un duro stop ma bisogna tenere la testa alta e pensare subito alla prossima partita. Forza Ragazzi!!!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.