ADDIO SOGNI DI GLORIA??

Eccellenza

VIRTUS – SOMMA 3 – 3 ( 1 – 2 )

Formazione: Rubello, Cattaneo, Graziano Ale, Impelluso, Milani M, Amati, Pallaro
Panchina: Arborio, Bergamaschi, Gatti, Mappelli, Valentino, Boccalari
Marcatori: Pallaro, Arborio, Milani M

Dopo la sconfitta della settimana scorsa contro il Biumo i ragazzi di mister Biondi sono tenuti a riscattarsi contro il fanalino di coda della classifica, a farci visita è la compagine del Somma, vietato pensare che sia una passeggiata, i sommesi dopo un inizio disastroso si sono ripresi e sono in piena lotta per non retrocedere perciò venderanno cara la pelle. La formazione di partenza vede ancora Rubo tra i pali, recuperiamo gli acciaccati Impe e Marci, anche Fede è a disposizione ma il suo utilizzo sarà valutato solo a partita in corso. L’approccio alla partita è un po’ “soft” ed infatti dopo un minuto di gioco siamo già sotto, gli avversari sono più lesti a recuperare un pallone vagante nella nostra area a seguito di un calcio d’angolo e realizzano il gol con un tiro ravvicinato. Il gol subito ci sveglia dal torpore, Diego è protagonista di un’ottima iniziativa personale sulla fascia, saltato l’uomo con un elegante pallonetto offre a Palla un assist che il nostro cavallone trasforma nel gol del pareggio, subito dopo lo stesso Palla chiede il cambio per un impellente bisogno fisiologico, al suo posto entra Teo. Gli avversari cercano sempre le giocate del loro centravanti per metterci in difficoltà e di sfruttare la loro maggiore fisicità sui calci piazzati e ahinoi proprio dagli sviluppi di un calcio di punizione trovano il nuovo vantaggio con un colpo di testa deviato anche da Ebho che Rubo vede all’ultimo momento e non riesce a trattenere. La nostra reazione è più di nervi che di logica ma di occasioni clamorose non ne creiamo a parte un tiro di Impe all’ultimo secondo che deviato sbatte contro il palo. Finisce così 2 a 1 per gli avversari un primo tempo giocato malino da parte nostra. Iniziamo la ripresa con Arbo che prende il posto di Teo in attacco. Siamo più determinati e schiacciamo gli avversari nella loro metà campo, iniziamo l’assedio, Marci è decisamente sfortunato perché colpisce per 2 volte il palo (la prima in pieno, nella seconda lo scheggia con un bel diagonale). Il meritato pareggio arriva grazie ancora ad una sgroppata di Diego sulla fascia, traversone nell’area avversaria sul quale interviene Arbo in spaccata, 2-2. L’inerzia adesso è dalla nostra parte, Arbo si divora il tre a due solo davanti al portiere, non manca molto, Teo rientra in campo al posto di Arbo e quando siamo allo scadere arriva il sospirato gol del vantaggio frutto di un’azione insistita in cui prediamo il palo prima con Teo e poi con Ebho, sulla ribattuta la palla arriva a Marci che con un tiro a parabola manda il pallone a picchiare sul palo interno e poi in porta. Sembrerebbe il gol che ci regala i tre punti che sarebbero anche meritati, ma l’arbitro chiama tre minuti di recupero e non so per quale motivo in questi tre minuti lasciamo l’iniziativa agli avversari che con due punizioni prima trovano il pareggio e poi si rendono ancora pericolosi con una deviazione che fa schizzare il pallone poco sopra la traversa. Al triplice fischio la delusione è palpabile, tre punti che potevano essere fondamentali sfumati quando sembravano già nostri La corsa per il secondo posto è seriamente compromessa ma fino a quando non sarà la matematica a condannarci abbiamo l’obbligo di crederci. Forza Ragazzi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.