ENTRATA E USCITA DAL TUNNEL…

Eccellenza

REAL MAGRITTE – VIRTUS 4 – 0 ( 2 – 0 )

Formazione: Noè, Cattaneo, Graziano Ale, Impelluso, Milani M, Amati, Pallaro
Panchina: Mappelli, Boccalari, Arborio, Rubello, Bergamaschi

HELLAS CUNARDO – VIRTUS 3 – 6 ( 2 – 4 )

Formazione: Noè, Cattaneo, Graziano Ale, Impelluso, Milani M, Amati, Arborio
Panchina: Rubello, Boccalari
Marcatori: Milani M, 2 Impelluso, 2 Arborio, Autorete

Domenica 19 ci tocca la levataccia per andare a giocare (inizio partita 9,45!!!) a Busto Arsizio, veniamo da 2 sconfitte consecutive ( se con il Sant’eusebio la prestazione era stata di basso profilo con il Calcagni ci siamo suicidati quando eravamo in vantaggio) di conseguenza l’imperativo è vincere o perlomeno pareggiare per racimolare quel punticino che significherebbe salvezza matematica, si sembra assurdo ma siamo passati dai sogni di gloria agli incubi. I propositi sono buoni ma di fatto la partita dura 23 secondi, ovvero il tempo con cui i padroni di casa trovano il gol del vantaggio. Cerchiamo di reagire e costringiamo il portiere avversario a compiere almeno 2 buone parate ma oggi non è giornata e nel finale di tempo gli avversari trovano il 2 a 0. Nella ripresa il Mister cerca di mischiare un pò le carte inserendo Arbo in attacco ma le cose non cambiano, la volontà c’è ma le gambe non girano come dovrebbero e così i padroni di casa amministrano bene il vantaggio riuscendo ad arrotondarlo con il terzo e quarto gol. A fine partita il morale è ovviamente sotto i tacchi, siamo consapevoli che per retrocedere dovrebbe verificarsi una congiuntura astrale delle più nefaste però perdere sempre non va decisamente bene. E allora ecco subito l’occasione del riscatto, siamo a Sabato e ci aspetta la trasferta sul campo dei neo campioni provinciali dell’Hellas Cunardo, veri dominatori del campionato, ci presentiamo tra squalifiche, infortuni ed impegni lavorativi in 9, fortunatamente ci troviamo davanti un Hellas nelle medesime condizioni, privo anche di bomber Nasti, dobbiamo assolutamente approfittarne. L’inizio è invece scioccante, i padroni di casa in evidente clima di festa camminano per il campo, noi invece di approfittarne ci adeguiamo e se possibile andiamo ancora più piano, risultato, al decimo siamo sotto 2 a 0. Le urla mie e del Mister scuotono un po’ i ragazzi, che nel giro di dieci minuti ribaltano il risultato. Prima Impe centra l’incrocio dei pali con una punizione delle sue poi è Marci che fa centro sempre su punizione (foglia morta che più morta non si può). Il pareggio è opera di Impe ancora su punizione, poi tocca ad Arbo che prima propizia l’autorete del 3 a 2 e poi di piattone realizza il 4 a 2, risultato con cui termina il primo tempo. Gli avversari iniziano la ripresa con un piglio più combattivo e specialmente con il loro numero 8 (driblomane) ci creano qualche affanno, ci difendiamo con ordine e cerchiamo di partire in contropiede, proprio con una ripartenza troviamo il 5 a 2 ancora con Impe. I padroni di casa non ci stanno e accorciano ancora, non ci facciamo prendere dal panico e chiudiamo definitivamente i conti con un altro contropiede finalizzato da Arbo che stremato lascia il posto a Bocca per gli ultimi 5 minuti in cui amministriamo senza patemi i 3 gol di vantaggio. Al triplice fischio possiamo finalmente toglierci la scimmia dalla spalle e pensare a programma la prossima stagione che sarà l’undicesima nella massima categoria del csi, chiaro oggi abbiamo approfittato di un Cunardo decisamente in clima vacanziero, mancano 2 partite alla fine del campionato e saranno onorate con il massimo impegno dando il giusto spazio a chi finora si è sempre impegnato e il campo lo ha visto poco ma la vera missione sarà un’altra, far finire il digiuno del gol al nostro ex bomber Diego. FORZA VIRTUS!!!!

Lascia un commento