Tutti gli articoli di steve76

OSSIGENO PURO….

OPEN C

VIRTUS – OLIMPIA SAMARATE 5 – 2 ( 3 – 1)

Formazione: Rubello, Salmoiraghi, Bersani, Milani, Pallaro, Genoni C, Rudoni

Panchina: Boccalari, Bertin, Genoni M, Furini, Falzone

Marcatori: Rudoni (2) Milani (2) Genoni C

Al Virtus Stadium va in scena il recupero in notturna della 18esima giornata contro L’Olimpia Samarate. Vincere sarebbe fondamentale per scavalcare in classifica un paio di squadre e dare così ulteriore slancio alla corsa salvezza. Come nelle ultime partite iniziamo subito con la giusta grinta e determinazione, e quasi da subito creiamo pericoli alla porta avversaria, nonostante questo e come successo contro la Polisportiva San Giorgio alla prima occasione subiamo gol, Andrea calcola male il rimbalzo del pallone e così l’attaccante si trova a tu per tu con Rubo che non può intervenire sul preciso diagonale. Imprevisto che non cambia i nostri piani, ed infatti passano pochi minuti ed arriviamo al pareggio, lancio lungo di Andrea che pesca Pallaro, il quale con un guizzo sulla linea di fondo mette in mezzo un pallone che l’accorrente Tia deve solo spingere in rete. Spingiamo al massimo e troviamo il vantaggio ancora grazie a Mattia che dal limite dell’area fulmina il portiere avversario. Gli avversari non sono particolarmente pericolosi e da parte nostra continuiamo a cercare di arrotondare il punteggio, da un’azione da manuale di contropiede troviamo il terzo gol con Marcello che sfrutta alla perfezione lo spazio creatogli dal movimento di Alessio e Claudio. Andiamo così all’intervallo con due gol di vantaggio ampiamente meritato. Nel secondo tempo grazie al risultato siamo meno arrembanti e più in controllo, gli avversari accentuano ogni contatto (e l’arbitro spesso abbocca) alla ricerca di punizioni da trasformare in occasioni da gol, ma fortunatamente non sono quasi mai pericolosi. Si lotta su ogni pallone e non mancano le scintille dovute soprattutto alla scarsa personalità del direttore di gara. Quando mancano dieci minuti alla fine Marcolino batte un calcio d’angolo sul quale irrompe Claudio che al volo di destro insacca il gol dell’apparente sicurezza, dico apparente perché passano due minuti e con un tiro da fuori gli avversari accorciano le distanze, complice anche una deviazione che mette fuori causa il nostro portiere. Ormai manca davvero poco e riusciamo a controllare senza troppi patemi il forcing finale dei Samaratesi. Nel recupero usufruiamo di una punizione un paio di metri fuori dall’area, Marci batte con precisione e realizza la personale doppietta. Non c’è neanche più il tempo di mettere la palla a centrocampo, arriva il triplice fischio a sancire una vittoria fondamentale in chiave salvezza. La strada è ancora lunga ma le prestazioni delle ultime giornate ci lasciano parecchia consapevolezza delle nostre potenzialità. AVANTI COSI’!!!

Pagelle:

Rubo: 6,5 nessuna colpa sui gol, sicuro quando viene chiamato in causa
Andrea: 5,5 ha sulla coscienza il primo gol, qualche sbandata anche nel secondo tempo
Salmo: 6,5 di testa si sa che le prende quasi tutte, piedi un po’ ruvidi
Marcello: 7 doppietta importante, un po’ troppo testardo nelle giocate singole
Palla: 6,5 assist al bacio per Tia, sgroppa per tutta la fascia
Claudio: 6,5 altra buona prova, impreziosita dal primo gol stagionale
Mattia: 7 primo gol facile facile, il secondo meno, poi corsa a perdifiato
Alessio: 6,5 poche conclusioni, ma lotta e corre
Marco: 6 corre su ogni pallone, assist per Claudio
Furo: 6 da il suo contributo nei minuti finali
Bertin-Bocca: non entrano ma sono di supporto ai compagni

AMARO IN BOCCA MA….. FELICI

OPEN C

VIRTUS – POL.SAN GIORGIO B 2 – 2 (1 – 1)

Formazione: Callegari, Boccalari, Salmoiraghi, Milani, Pallaro, Genoni C, Fumagalli

Panchina: Viola, Cerri, Rudoni, Falzone, Arborio

Marcatori: Pallaro, Milani

Dopo la vittoria all’ultimo minuto della giornata precedente, ci attende la difficilissima partita contro la Pol. San Giorgio allenata da Zippo che occupa la seconda posizione in classifica. Dopo la sconfitta dell’andata mister Zappelli avrà caricato al massimo i suoi ragazzi e sportivamente parlando non vorrà soltanto batterci ma possibilmente umiliarci, servirà di conseguenza una super prestazione dei ragazzi virtussini. Partiamo con personalità e lottiamo da subito su ogni pallone, dopo 10 minuti di gioco è però la squadra avversaria a trovare il gol grazie ad un tiro da fuori area del bravo difensore che si infila nell’angolino basso dove Calle non può arrivare. Rimaniamo tranquilli e continuiamo a giocare, Pallaro ha quasi subito l’occasione per il pareggio ma il suo tiro finisce a fil di palo, da li a breve lo stesso Pallaro avrà la possibilità di riscattarsi, infatti da una rimessa laterale a nostro favore svetta più in alto di tutti e insacca il gol del pareggio. Il meritato pareggio ci galvanizza e arriviamo ad essere pericolosissimi in altre tre circostanze, prima è Marcello a sfiorare il gol con un tiro da fuori che sfiora il palo, poi è Salmo che non riesce ad imprimere la giusta forza al pallone ad un metro dalla porta ed infine ancora Palla di testa colpisce il paolo a portiere battuto, gli avversari invece ci mettono i brividi solo in una occasione ma fortunatamente a pochi passi dalla porta il giocatore calcia alto. Consapevoli dell’ottimo primo tempo giocato iniziamo la ripresa determinati a fare bottino pieno, il pallino del gioco è nelle nostre mani, la squadra ospite si limita a lanci lunghi sui quali i nostri difensori hanno quasi sempre la meglio. Troviamo il meritato vantaggio su calcio di rigore assegnato per fallo di mano, Marci si conferma cecchino e spiazza il portiere. Manca ancora tantissimo tempo e conoscendo la forza degli avversari sappiamo che un solo gol di vantaggio potrebbe non bastare per vincere la partita e allora continuiamo a spingere alla ricerca del gol della sicurezza. Le occasioni arrivano ma purtroppo per noi non vengono realizzate, prima Tia a tu per tu con il portiere calcia a lato, poi è il portiere con una grande parata a dire di no a Marci ed infine il diagonale di Simo si stampa sul palo, che sfortuna!! Come spesso nel calcio succede dal nostro terzo si gol si passa al pareggio avversario pervenuto con un’azione di contropiede dove forse potevamo essere un pochino più attenti. I minuti finali sono concitati e lo spettro della beffa ci fa perdere un po’ di fiducia ed equilibrio ma fortunatamente il risultato non cambia. A fine partita l’impressione è più di aver perso due punti piuttosto che di averne guadagnato uno, ma alla vigilia avremmo firmato per un pareggio perciò va bene così. La speranza è che da qui alla fine ci sia sempre questa grinta e questa determinazione e non solo oggi dove le motivazioni maggiori venivano dall’incontrare un amico/nemico. FORZA VIRTUS!!

Pagelle

Calle: 6,5 incolpevole sui gol, sicuro nelle occasioni in cui è chiamato in causa
Bocca: 7 avversario ostico, se la cava bene
Salmo: 7,5 totem dell’area, di testa sono tutte sue, poteva segnare, peccato
Marcello: 7 glaciale nel rigore, sfortunato nelle conclusioni da fuori
Pallaro: 7 qualità e sostanza, peccato per il palo che gli nega la doppietta
Claudio: 7 tanta sostanza e corsa senza fine, la migliore prestazione della stagione per lui
Simo: 6,5 palo anche per lui, per il resto corre e lotta
Tia: 6,5 ha sulla coscienza il gol sbagliato, ma la prestazione è stata più che positiva
Pier, Alessio, Cerri, Arborio: non entrano ma sostengono i compagni fino alla fine.

FIDUCIA RITROVATA

OPEN C

OSGB CARONNO – VIRTUS 4 – 4 ( 1 – 2 )

Formazione: Rubello, Bersani, Salmoiraghi, Falzone, Pallaro, Milani, Fumagalli

Panchina: Bertin, Boccalari, Arborio, Gerardi, Genoni C.

Marcatori: Pallaro (2), Fumagalli, Milani

Per la quarta giornata del girone di ritorno ci aspetta la trasferta più lunga del campionato sul difficile campo dell’osgb caronno, tra l’altro con inizio partita fissato per le ore 18, meno male che oggi la temperatura è abbastanza mite. Veniamo dalla brutta sconfitta casalinga contro la Folgore che ha provocato polemiche e malumori nel gruppo, il faccia a faccia in allenamento ha chiarito alcune situazioni ma nonostante questo dobbiamo registrare la decisione di Mancu e sbiru di non venire più o perlomeno di non essere più presi in considerazione per le convocazioni cosa che mi dispiace parecchio. Torniamo alla partita, l’inizio è scioccante, per 10 minuti abbondanti siamo letteralmente in balia degli avversari che ci fanno girare come trottole senza mai farci vedere la palla, la cosa positiva è che subiamo un solo gol (potevano tranquillamente essere 2 o 3) provvidenziale arriva il time-out che permette a mister Biondi di dare le giuste indicazioni tattiche per incominciare anche noi a giocare. I benefici sono immediati, copriamo meglio il campo e gli avversari trovano più fatica a far girare il pallone. La partita adesso è equilibrata, il pareggio arriva grazie a Pallaro e alla complicità del portiere avversario che si fa passare sotto la pancia il diagonale della nostra ala. Da lì a poco ancora Palla, innescato perfettamente da un preciso lancio di Marcello, sigla il 2 a 1 beffando con un pallonetto il portiere in uscita. Con Claudio avremmo in contropiede anche la possibilità del terzo gol ma il suo diagonale (dopo un controllo non felicissimo) esce di poco. Il primo tempo termina così 2 a 1 per noi. I padroni di casa visibilmente nervosi per essersi visti rimontare iniziano il secondo tempo a spron battuto e dopo una decina di minuti trovano il pareggio. Non ci disuniamo, la partita è intensa e si lotta su ogni pallone, in uno di questi “duelli” a centrocampo Gera è bravo a sradicare il pallone al suo diretto avversario e a lanciare nello spazio Marcello, che viene atterrato in area, vane le veementi proteste degli avversari, l’arbitro concede il rigore che lo stesso Marcello trasforma in maniera impeccabile. I padroni di casa convinti di aver subito un torto si riversano con maggiore foga alla ricerca del pareggio protestando ad ogni fischio arbitrale ( caro Sig.arbitro se ti vengono a dire parole sotto il naso il cartellino deve essere rosso e non giallo). Il pareggio ahinoi arriva grazie ad un’azione individuale del bravo n° 22 che si porta a spasso due dei nostri e dal limite dell’area scaglia un tiro a giro su cui Rubo non ci può arrivare. Tutto da rifare, ma i ragazzi in campo oggi hanno lo spirito giusto e la voglia per cercare di vincere la partita, così troviamo il nuovo vantaggio grazie a Simo che messo davanti al portiere da un altro assist di Marcello non può sbagliare. Mancano 5 minuti e sembra ormai fatta, anche perché sfioriamo il quinto gol con Pallaro, il destino evidentemente però vuole un altro finale, da un rimpallo poco fuori la nostra area il più svelto ad avventarsi sulla palla è il loro centrocampista che fa partire un tiro non fortissimo ma che Rubo vede sbucare all’ultimo e sul quale non riesce ad intervenire. Dopo tre minuti di recupero l’arbitro sancisce la fine delle ostilità. Rimane un po’ di amaro in bocca per una vittoria sfumata nel finale, ma nel complesso il pareggio è il risultato più giusto. La salvezza è li a quattro punti, con questo spirito si può fare.

Pagelle

Rubo: 6 non trovo particolari colpe sui gol subiti
Salmo: 6,5 gli avversari sono tosti ma lui se la cava tutto sommato bene
Bersa: 6 efficace ma un pò troppo irruento
Alessio: 5,5 fatica a mantenere la posizione lasciando pericolosi spazi al centrocampista avversario
Palla: 7,5 è in un gran momento di forma, un’altra doppietta per lui
Marci: 7 due assist, il rigore e tanta grinta, oggi la passa anche di più……
Simo: 6,5 freddo in occasione del gol, per il resto corre e lotta
Gera: 6,5 anche lui fatica un pò all’inizio, quando carbura a centrocampo soffriamo di meno, bravo nell’azione che porta al rigore
Claudio: 6 mezzo voto in meno per l’occasione sprecata, ottima copertura della fascia
Arbo: 6,5 lotta in attacco, prezioso anche in difesa quando respinge di testa due corner degli avversari
Bertin e Bocca: s.v. non entrano ma incitano i compagni fino alla fine

IL RISPETTO E IL GRUPPO PRIMA DI TUTTO

OPEN C

VIRTUS – OSC FOLGORE   3 – 4   ( 2 – 1 )

Formazione: Callegari, Salmoiraghi, Boccalari, Gerardi, Pallaro, Rudoni, Fumagalli

Panchina: Marchesi, Falzone, Milani, Mancuso, Bersani

Marcatori: Pallaro (2) Fumagalli

Ho pensato parecchio su come impostare e scrivere questo articolo, alla fine ho deciso di tralasciare la descrizione della partita e le pagelle per soffermarmi su quello che è successo nei minuti finali e sui commenti che ho sentito a fine partita per mettere in chiaro alcuni concetti che dovrebbero essere acquisiti ma evidentemente non lo sono. Premetto che sono (ormai uno dei pochi rimasti credo) particolarmente legato ai valori per cui questa società è stata creata, ovvero in primis costruire gruppi di persone solidi e legati da amicizia, secondo permettere anche a chi proprio fenomeno non è di tirare quattro calci ad un pallone. In questi 13 anni vissuti come dirigente / vice allenatore ho avuto la fortuna di far parte e di creare gruppi granitici (indimenticabili gli anni della juniores con Gelo), perché se si è tutti uniti è più facile che arrivino anche i risultati sportivi, lo stesso vale per la squadra che seguo da ormai 6 stagioni che dagli allievi è arrivata alla Open C. Qualcosa però si sta rompendo e quello successo sabato ne è la testimonianza lampante. Uscire dal campo urlando :”mi sono rotto il …… di perdere per colpa degli scarsi” è una cosa inaccettabile ed una grave mancanza di rispetto verso il Mister e soprattutto verso i propri compagni, tra l’altro l’autore del gesto se avesse avuto un barlume di lucidità si sarebbe accorto che quando abbiamo subito il terzo e quarto gol in campo (a parte uno o due) c’erano gli stessi giocatori del primo tempo chiuso in vantaggio 2 a 1. A fine partita poi tutti a rimarcare che si era perso per colpa dei cambi, bah, cosa che non mi trova assolutamente d’accordo visto che a 15 minuti dalla fine sul risultato di 2 a 2 il Mister ha praticamente rimesso in campo la squadra del primo tempo. Le regole della nostra squadra sono chiare a tutti a partire dal primo allenamento, tutti devono giocare, tutti lo sanno e tutti sono d’accordo salvo poi criticare o ancora peggio si fanno gli show come sabato. Ribadisco, chi dovesse ritenersi inadeguato a questo gruppo perché si reputa di un livello superiore è liberissimo di trovarsi una squadra che soddisfi le sue ambizioni. Fenomeni secondo me non ce ne sono, di conseguenza l’unica possibilità che ci potrà consentire di lottare fino in fondo per la salvezza è quella di mettere da parte gli individualismi e ragionare come gruppo. Una cosa è certa, in ogni caso bisognerà finire la stagione in modo dignitoso dopodiché ognuno sarà libero di fare le proprie scelte.

FOTOCOPIA DELL’ANDATA

OPEN C

O.S.CUORE ARLUNO – VIRTUS 7 – 1 ( 2 – 1 )

Formazione: Rubello, Bersani, Salmoiraghi, Gerardi, Milani, Rudoni, Fumagalli

Panchina: Graziano, Battaglia, Furini, Genoni C, Bertin

Marcatori: Milani

Per la seconda giornata del girone di ritorno andiamo in trasferta sul campo della capolista Arluno, partita sulla carta difficilissima ma venderemo cara la pelle. Causa ritardo dell’arbitro ( i padroni di casa ci spiegano che quando giocano in casa ricevono sempre la chiamata del sommo Sig.Meda che avvisa del ritardo dell’arbitro, bah) la partita inizia con 30 minuti di ritardo, dopo i primi canonici 10 minuti di studio la compagine di casa trova il vantaggio grazie ad un diagonale dell’ala che il nostro Rubo intercetta ma non riesce a respingere. Passano pochi minuti ed ahinoi arriva anche il raddoppio. Finalmente dopo due schiaffoni iniziamo a giocare anche noi, accorciamo le distanze grazie ad un’azione da manuale del calcio, lancio di rubo, sponda di testa di Tia per Simo che di prima serve Marci che solo davanti al portiere non può sbagliare. La rete ci galvanizza e finiamo il primo tempo in crescendo creando in almeno due circostanze i presupposti per il pareggio che purtroppo però sfioriamo solamente. Iniziamo il secondo tempo con lo stesso piglio, la partita rimane in bilico sul 2 a 1 ma di vere occasioni da gol non riusciamo a crearne e gli avversari grazie alla loro fisicità e ad un gioco collaudato controllano bene la partita. Quando mancano circa 10 minuti alla fine subiamo il più classico dei contropiedi, il velocissimo nr 23 s’invola palla al piede verso la porta, botta sul primo palo e come per il primo gol Rubo sfiora solamente il pallone. Il gol ci ammazza le gambe e soprattutto la testa, come scrissi nell’articolo sulla partita d’andata evito di descrivere i 4 gol che prendiamo nel giro di poco più di 5 minuti. E’ vero che oggi sapevamo che sarebbe stata durissima ma è anche vero che le partite vanno giocate fino al fischio finale, non è la prima volta che molliamo e subiamo imbarcate negli ultimi minuti, è un atteggiamento che va assolutamente corretto anche per il semplice fatto che la differenza reti è un fattore comunque importante. Detto questo archiviamo velocemente questa partita e pensiamo subito alla prossima. Concludo rendendo merito agli avversari (in particolar modo alla loro punta, decisamente di un’altra categoria) meritatamente primi in classifica.

Pagelle
Rubo: 5 forza Rubo, l’incubo Arluno per quest’anno è finito
Bersa: 6 sufficienza meritata perché le prova davvero tutte per fermare il centravanti avversario
Salmo: 6,5 di testa le prende quasi tutte lui, ultimo argine a crollare
Gera: 5,5 partita difficile per il nostro regista, sovrastato fisicamente dagli avversari
Tia: 6,5 lottatore, corre e raddoppia fino alla fine
Marci: 6 sufficienza stiracchiata per il gol.
Simo: 6 una buona occasione ma calcia debolmente di sinistro, ottimo assist per il gol
Claudio: 6 benino in fascia, provato in marcatura fatica come tutti oggi
Sbiru: 6 nonostante renda chili e centimetri agli avversari con la sua tecnica tiene palla e smista ottimi palloni
Bertin: 5,5 dura anche per lui in mezzo al campo, avrebbe dovuto calciare meglio un paio di punizioni
Fra: 5,5 incide poco sulla fascia, ma anche lui fisicamente è sovrastato
Furo: 6 per l’impegno sempre al massimo, purtroppo gioca nei 10 minuti finali, dove non ci siamo più

CHI BEN COMINCIA….

OPEN C

VIRTUS – S.AMBROGIO PARABIAGO 3 – 1 (2 – 0)

Formazione: Rubello, Bersani, Salmoiraghi, Bertin, Pallaro, Milani, Rudoni

Panchina: Fumagalli, Falzone, Cerri, Genoni M, Mancuso

Marcatori: Rudoni, Fumagalli, Autorete

Per la prima giornata del girone di ritorno incontriamo la compagine di Parabiago nostra diretta concorrente nella lotta per non retrocedere, inutile dire che i tre punti oggi servono come il pane. Rispetto alla maggior parte delle partite fin qui disputate mister Biondi mescola un po’ le carte schierando Tia in attacco e affidando il ruolo di centrale di centrocampo a Bertin (prima volta da titolare per lui quest’anno) allargando Marci sulla fascia (ruolo da lui preferito). I ragazzi consapevoli dell’importanza della partita iniziano la partita con la giusta determinazione, anche se i primi 10 minuti passano senza che nessuna delle due squadre crei seri pericoli ai rispettivi portieri. Poco dopo il quindicesimo troviamo il vantaggio, Marci lancia lungo verso Tia che se pur ostacolato dal difensore avversario è bravo a stoppare il pallone e a battere con un rasoterra il portiere in uscita. Effettuiamo un paio di sostituzioni e da li a poco Simo (subentrato in attacco al posto di Tia) realizza su punizione il 2 a 0, il suo tiro non è irresistibile ma una deviazione mette fuori gioco il portiere, dopo pochi minuti l’arbitro fischia la fine del primo tempo, in cui gli avversari si sono resi pericolosi solo con un tiro rasoterra ben respinto dal nostro Rubo, mentre noi oltre ai 2 gol abbiamo creato altre potenziali occasioni. Ad inizio ripresa Falzone rileva Betin (che non giocava 30 minuti filati da forse 2 anni) a centrocampo, il canovaccio della partita non cambia, gli avversari sono poco pericolosi e noi riusciamo a gestire bene il vantaggio. Anche la buona sorte sembra essere dalla nostra parte quando su un cross su punizione di Marcello il difensore avversario spizza il pallone di testa infilando la propria porta, 3 a 0 e partita che sembra chiusa. Dico sembra perché negli ultimi dieci minuti ci rilassiamo troppo e oltre a realizzare in contropiede il gol del 3 a 1 gli avversari creano diverse occasioni per accorciare ulteriormente le distanze, c’è da dire che sul 3 a 0 probabilmente ci è stato negato un rigore per un fallo su Tia. Dopo 3 minuti di recupero l’arbitro fischia la fine delle ostilità, missione compiuta e ora testa alla difficile trasferta di Arluno.

Pagelle
Rubo: 6,5 trasmette sicurezza
Andrea: 6,5 non sarà elegante ma sicuramente è efficace
Salmo: 6,5 mezzo voto in meno per la palla persa da cui nasce il gol degli avversari, sfiora ancora il gol su schema da rimessa
Bertin: 6,5 buon primo tempo, speriamo possa essere di buon auspicio
Pallaro: 6 mezzo voto in meno perché deve imparare a giocare di più con i compagni
Marci: 6 un po’ troppo frenetico nelle giocate oggi
Tia: 6,5 gol pregevole e solita generosità
Falzone: 6 avrebbe 2 buone occasioni, ma in entrambi i casi calcia alto
Mancu: 6,5 ottima prova, pericoloso anche in avanti
Marco: 5,5 solita generosità ma mai pericoloso in attacco
Simo: 6 gol fortunoso, buone sponde nel secondo tempo
Cerri: 5,5 passettino indietro rispetto ad altre prestazioni

BATTUTA D’ARRESTO

 

OPEN C

POL.SAN GIORGIO A – VIRTUS M.D.P. 5-2   (4-1)

Formazione: Callegari, Milani, Boccalari, Falzone, Pallaro, Genoni C, Fumagalli

Panchina: Cerri, Salmoiraghi, Genoni M, Mancuso, Bersani

Marcatori: Milani (2)

Nel serata gelida di Cuggiono ( – 5 gradi) va in scena il recupero della decima giornata. Il campo è una lastra di ghiaccio, l’arbitro dopo un consulto con i capitani delle squadre decide di dare inizio alla partita. Più che cercare di giocare a pallone si cerca di stare in piedi, i 14 ragazzi in campo però ci mettono da subito grande impegno e agonismo. Dopo 15 minuti di nulla andiamo in svantaggio grazie ad un tiro da fuori area che lentamente s’infila all’angolino. Passano un paio di minuti e veniamo ancora trafitti da da un tiro-cross che beffa Calle. Ci riversiamo in avanti per cercare di accorciare le distanze, con il pressing siamo bravi a recuperare un pallone a metà campo, la palla arriva a Simone che di prima smarca Marci che può involarsi da solo verso il portiere, diagonale preciso e gol. Non facciamo neanche in tempo a gioire che nel giro di 5 minuti subiamo il terzo e quarto gol, entrambi con tiri da fuori non certo irresistibili. Prima della fine del tempo il portiere avversario nega con interventi prodigiosi la gioia del gol a Pallaro, anche Marcolino avrebbe la possibilità di segnare il suo primo gol stagionale ma in precario equilibrio calcia alto. La partita nel secondo tempo non ha molto da dire, i ragazzi s’impegnano al massimo per cercare di ridurre lo svantaggio ma gli avversari forti del vantaggio si difendono con ordine e agiscono in contropiede, il quinto gol per loro arriva grazie ad una nostra dormita su rimessa laterale, il piccolo attaccante viene pescato da solo in area e di testa insacca in rete. Nel tentativo di parare Calle sbatte col ginocchio sul palo ed è costretto ad uscire, sostituito da Salmo che con estrema gioia torna a vestire la divisa da portiere. L’impegno di alcuni dei nostri è encomiabile, e fino alla fine cerchiamo di ridurre il passivo, viene premiato Marci che trafigge il portiere con un bel tiro da fuori area. Dopo pochi minuti e una traversa di Claudio l’arbitro pone fine alle ostilità. Che stasera sarebbe stata dura lo sapevamo, archiviamo questa partita e concentriamoci sullo scontro diretto di sabato nel derby contro il Turbigo.

Pagelle

Calle: 5 una gran parata d’istinto, poi però viene trafitto da tiri non imparabili. Poco reattivo

Bocca: 6 non commette errori in marcatura

Marci: 6,5 due gol e grinta fino alla fine

Alessio: 5,5 gioca troppo alto e lascia voragini in quella che dovrebbe essere la sua zona, se vuole continuare a giocare in quel ruolo deve applicarsi e sacrificarsi di più.

Palla: 6,5 buona partita, il portiere gli nega 2 volte il gol

Claudio: 6 ha gamba e tecnica per coprire bene la fascia, può fare di meglio però

Simo: 5,5 ottimo assist per Marci, poco altro però

Bersa: 6 stesso discorso di Bocca

Marco: 6 lotta come un leone, peccato per l’occasione sfumata

Cerri: 6 dieci minuti con il solito impegno

Mancu: 5,5 fa imbufalire il mister per un passaggio sbagliato,In generale però è quello che soffre maggiormente le condizioni del campo

Salmo: 6,5 buona prestazione fuori e dentro la porta

SULLA RETTA VIA

OPEN C

VIRTUS M.D.P. – SAN GIORGIO 1998  5-2   (3-0)

Formazione: Rubello, Boccalari, Salmoiraghi, Rudoni, Milani, Pallaro, Fumagalli

Panchina: Furini, Arborio, Mancuso, Genoni C., Bertin

Marcatori: Fumagalli (2), Pallaro, Salmoiraghi, Milani

Per la nona giornata di campionato ospitiamo la squadra di San Giorgio su Legnano che in classifica ha esattamente il doppio dei nostri punti, detto questo noi vogliamo dare seguito alla bella vittoria della giornata precedente. Tutto è pronto per l’inizio della partita tranne un piccolo particolare, manca l’arbitro. Dopo un’attesa di 45 minuti ed aver constatato che non arriverà nessun arbitro ufficiale, le due squadre si accordano per giocare comunque, l’arbitraggio è affidato a Stefano Gerardi, ragazzo che fa parte della nostra rosa di giocatori ma che per problemi legati al lavoro finora non ha mai giocato. Inizia così la partita e fin da subito prendiamo in mano il pallino del gioco, passiamo in vantaggio dopo una decina di minuti grazie a Simo che controlla un pallone al limite dell’area e in girata batte il portiere avversario. Il raddoppio arriva poco dopo con quello che sta diventando il marchio di fabbrica di Salmo, il gol su rimessa laterale, questa volta è Marcello ad imbeccare Salmo in mezzo all’area che non si fa pregare e realizza con un tocco al volo. Non ricordo sinceramente occasioni per gli avversari nel corso del primo tempo, primo tempo che si conclude invece con il nostro terzo gol, a realizzarlo è Pallaro che dal limite dell’area scaglia un diagonale vincente. Nell’intervallo il mister “lavora” sulla testa dei ragazzi raccomandandogli di tenere alta la concentrazione. Questo purtroppo non viene recepito al 100% e dopo poco minuti Salmo nel tentativo forse di proteggersi il volta tocca la palla con le mani in area, rigore ineccepibile, palla da una parte e Rubo dall’altra. Gli avversari adesso ci credono e corrono anche più di noi. Accorciano ulteriormente le distanze sfruttando una smanacciata corta di Rubo, siamo alle corde e per un paio di volte rischiamo seriamente di prendere il gol del pareggio. Fortunatamente per noi invece da un’azione un po’ confusa nell’area avversaria arriva il guizzo di Simone che ci porta sul 4 a 2. Per gli avversari è una mazzata psicologica e da li alla fine non  creeranno più pericoli. Quando mancano 5 minuti alla fine arriva anche il gol di Marcello su punizione (intelligente il velo di Simone che sorprende il portiere). Dopo 3 minuti di recupero arriva il triplice fischio. Altra bella prova dei ragazzi, e oggi possiamo anche dire di aver giocato proprio bene. Concludo facendo i complimenti a Gera per l’arbitraggio, assolutamente corretto, tant’è vero che anche gli avversari a fine gli hanno fatto i complimenti.

Pagelle:

Rubo: 6 due sbavature a mio parere, sul rigore di Salmo avrebbe dovuto chiamare la palla, e poi la debole smanacciata sul secondo gol degli ospiti, per il resto trasmette sicurezza.

Bocca: 6,5 torna sui livelli della passata stagione.

Salmo: 6,5 perdoniamo il fallo di mano, ancora a segno, e sono 3, non male per un difensore

Mattia: 6 meno arrembante di atre volte, sfiora ancora il gol in acrobazia.

Marci: 6,5 riportato in fascia, solita quantità e qualità

Palla: 6,5 si sblocca con un bel gol, speriamo gli serva per dare continuità di prestazioni

Simo: 7 due gol e tanto lavoro per smistare palloni

Mancu: 6 copre bene la fascia

Arbo: 6,5 lavora molto per tenere alta la squadra, il gol arriverà

Claudio: 6 anche per lui buona copertura della fascia

Bertin: 6 gioca i dieci minuti finali, due buone occasioni con due tiri da fuori

Furo: 6 anche lui prezioso nel finale per mantenere il risultato.

 

PRONTO RISCATTO

OPEN C

REAL BUSTO-VIRTUS M.D.P. 1-6  (0-3)

Formazione: Rubello, Bersani, Salmoiraghi, Falzone, Rudoni, Pallaro, Fumagalli

Panchina: Marchesi, Graziano, Cerri, Battaglia, Bertin

Marcatori: Rudoni (2), Falzone, Fumagalli, Graziano, Salmoiraghi

Dopo la sconfitta nel recupero infrasettimanale per l’ottava giornata andiamo in trasferta a Busto Arsizio contro la compagine che la passata stagione ha dominato il nostro girone di serie D. Da parte nostra però sappiamo che con la giusta determinazione possiamo giocarcela con chiunque. Iniziamo la partita con il giusto atteggiamento e come contro la Pol.San Giorgio troviamo il vantaggio dopo pochi minuti grazie ad il marchio di fabbrica di Alessio, il tiro dalla lunga distanza. Dopo pochi minuti una serie di rimpalli nell’area avversaria smarcano Simone davanti al portiere, botta sotto la traversa e 2 a 0. Dietro grazie alle coperture puntuali di Andrea e Salmo non soffriamo praticamente mai, a portarci sul 3 a 0 è una spettacolare semi rovesciata di Tia su rimessa laterale di Alessio. Mister Biondi nell’intervallo mantiene concentrati i ragazzi ed infatti iniziamo il secondo tempo con la stessa grinta e concentrazione. Sbiru che ha sostituito Simo in attacco vince un contrasto poco fuori area e dopo essersi aggiustato il pallone ed aver preso la mira spara il pallone all’incrocio dei pali lasciando immobile il portiere avversario, apoteosi e partita in ghiaccio. Passano pochi minuti e Cerri ha l’occasione per il quinto gol ma non piega a sufficienza il corpo ed il tiro finisce alto. Quinto gol che arriva grazie ancora a Mattia che al volo di destro insacca un angolo calciato da Alessio. A pochi minuti dalla fine e sfruttando un naturale rilassamento della nostra difesa arriva il gol della bandiera per gli avversari, ristabiliamo però immediatamente le distanze con Salmo che segna ancora sfruttando un calcio d’angolo di Alessio. Senza neanche un minuto di recupero arriva il triplice fischio che sancisce una vittoria mai in discussione, un plauso a tutti i ragazzi scesi in campo oggi.  Adesso anche la classifica comincia ad avere una fisionomia più bella anche se la strada è ancora lunga.

Pagelle

Rubo: 6,5 sicuro nelle rare occasioni in cui viene chiamato in causa

Bersa: 7 casello chiuso, non si passa

Salmo:7 altra ottima prova , impreziosita dal gol

Alessio: 6,5 un gol e quattro assist, dovrebbe fare il centrale invece fa la seconda punta, oggi va bene…

Mattia: 7,5 straripante, primo gol spettacolare

Palla: 6 spesso libero ma non servito, soprattutto nelle ripartenze

Simo: 6,5 occasione su piatto d’argento, non sbaglia

Paolo: 6,5 pericoloso 2 volte al tiro

Sbiru: 6,5 gran gol e non solo

Cerri: 6,5 venti minuti senza sbavature

Fra: 6,5 costretto sulla difensiva nel primo tempo, spinge di più nella ripresa

Bertin: s.v. solo cinque minuti……

 

STOP ALL’ENTUSIASMO

OPEN C

VIRTUS M.D.P.- VIRTUS BUCANEERS 2-4  (1-4)

Formazione: Callegari, Boccalari, Salmoiraghi, Marchesi, Rudoni, Battaglia, Fumagalli

Panchina: Falzone, Cerri, Genoni M, Mancuso, Graziano

Marcatori: Rudoni, Falzone

Al Virtus stadium è in programma il recupero della partita rinviata sabato 10 per impraticabilità di campo, a farci visita in notturna è la compagine proveniente da Solbiate Olona. Sulla scia della bella vittoria contro la capolista cerchiamo i 3 punti che ci permetterebbero di agganciare a quota 6  le dirette avversarie che lottano per non retrocedere. Dopo i primi minuti di studio il tema della partita è chiaro, noi cerchiamo di costruire gioco, gli avversari invece si limitano a lanciare palloni lunghi per la grossa e forte punta. Purtroppo per noi questo “schema” gli riesce alla perfezione, nel giro di 10 minuti subiamo 4 gol pressoché identici (ad esclusione del secondo dove il centrocampista trafigge Calle con un bolide da fuori area) con protagonista sempre la punta avversaria che segna e sforna assist, il tutto agevolato anche da errori nostri, soprattutto di posizione (non è ammissibile subire gol su rimessa laterale). I ragazzi però non sbarellano e a pochi minuti dalla fine accorciamo le distanze con un gran gol di testa di Tia che incorna un preciso angolo calciato da Sbiru.  Iniziamo la rispresa intenzionati a riprendere il risultato, costringiamo gli avversari nella loro metà campo. Troviamo il secondo gol grazie ad un tiro da fuori area di Alessio (complice il portiere avversario), da li in poi capiteranno occasioni importanti per Simo, Sbiru, Tia e Macolino ma un po’ per sfortuna e un po’ per le parate del portiere non riusciamo ad accorciare ulteriormente le distanze. Arriva così impietoso il triplice fischio a sancire la sesta sconfitta stagionale. Come non dovevamo esaltarci per la vittoria contro la capolista non dobbiamo demoralizzarci adesso, mancano tantissime partite e l’obbiettivo di rimanere in serie C rimane alla nostra portata.

Pagelle

Calle: 5,5 concorso di colpa in almeno 2 gol, pazienza si rifarà

Bocca: 5 troppo grossa e forte la punta per riuscire a tenerla

Salmo: 6 anche lui fatica in marcatura, ma il fisico è diverso da Luca e regge l’urto

Paolo: 6 dura la vita in mezzo……

Tia: 6,5 gran gol di testa, poi solita generosità

Fra: 6 copre la fascia con giudizio, mai pericoloso però

Simo: 6 sempre raddoppiato, sfiora il gol nel secondo tempo

Mancu: 6 quantità più che qualità

Sbiru: 6 stesso discorso di Paolo, sfiora il gol con un tiro da fuori

Marco: 5,5 tanta confusione nell’assalto finale

Cerri: 6 solito impegno, nel secondo tempo gli viene rimpallato un tiro pericoloso

Alessio: 6 in gol grazie al portiere, lotta fino alla fine