Tutti gli articoli di steve76

HABEMUS VITTORIA!!!

OPEN C

POL.SAN GIORGIO B – VIRTUS 3 – 4 (0 – 2)
Formazione: Rubello, Bersani, Milani, Salmoiraghi, Falzone, Pallaro, Fumagalli
Panchina: Furini, Genoni M, Genoni C, Battaglia
Marcatori: Milani (2) Salmoiraghi Fumagalli
Per la settima di campionato è in programma una sorta di derby, infatti ci spostiamo di pochi chilometri e andiamo a Cuggiono ad affrontare la capolista Pol.San Giorgio. A rendere per noi ancora più speciale la partita è il fatto che la squadra di Cuggiono è allenata da Zippo per anni allenatore e giocatore Virtus, tra le fila dei suoi giocatori c’è anche Leo che per tre anni e fino ad una settimana dall’inizio di questo campionato ha vestito la maglia della Virtus. Siamo carichi ed iniziamo la partita con il piglio giusto e dopo appena 4 minuti ci troviamo già in vantaggio grazie ad una sorta di palombella di Marci che beffa il portiere. Conosciamo la forza dell’avversario ma i ragazzi sono bravissimi a coprire e raddoppiare su ogni pallone giocato, troviamo il raddoppio grazie ad Alessio che con una rimessa laterale perfetta pesca Salmo in piena aerea che con un preciso e potente colpo di testa batte ancora il portiere. Poco dopo è Simone ad avere la palla del tre a zero ma il portiere si salva con l’aiuto del palo. Nell’assalto finale della compagine di casa Rubo è bravo a respingere ogni tentativo, per lo più conclusioni da fuori area. Dopo pochi minuti dall’inizio del secondo tempo Salmo viene strattonato in area (stessa identica dinamica del rigore non concessoci a Samarate) l’arbitro assegna il rigore ed espelle anche il difensore (decisione forse eccessiva), sul dischetto si presenta Marci che col brivido (il portiere tocca la palla) realizza il tre a zero. Paradossalmente però con la superiorità numerica giochiamo peggio ed invece di far correre la palla e di conseguenza gli avversari ci limitiamo a lanci lunghi che non producono niente. Arriva così il gol della squadra di casa con un rasoterra del forte numero 8. Il vantaggio rimane rassicurante e da una palla recuperata da Claudio allunghiamo ancora con Simone che dal limite dell’area infila il portiere con un preciso diagonale. Mancano poco più di dieci minuti alla fine e l’arbitro pensa bene di ergersi a protagonista, da qui alla fine ogni fallo sarà un cartellino e ahinoi sia a Palla che ad Andrea viene sventolato sotto il naso quello di colore rosso ( per Palla bastava il giallo, totalmente inventato quello a Bersa) la situazione è ribaltata, adesso siamo noi con un giocatore in meno e ancora con due tiri da fuori i padroni di casa accorciano le distanze. Gli ultimi due minuti sembrano eterni ma il triplice fischio del pessimo arbitro sancisce una meritata vittoria. I padroni di casa lamentano giustamente delle assenze importanti ma questo nulla toglie alla nostra grande prestazione anche perché rimangono comunque una grande squadra con individualità importanti (il numero 8 potrebbe tranquillamente giocare in categorie importanti del calcio a 11), detto questo noi non dobbiamo pensare di essere diventati dei fenomeni perché faremmo un errore colossale. Avanti così con grinta e determinazione.
Pagelle:
Rubo: 6,5 ottime parate nel primo tempo, un po’ pigro nel tuffarsi sul terzo gol avversario
Bersa: 7 un mastino, rosso inventato dal’arbitro
Marci: 7,5 due gol, quantità e qualità, finisce stanco ed acciaccato
Salmo: 8 un gigante, lotta su tutti i palloni e segna un bel gol di testa
Alessio: 6 fatica un po’ a trovare la posizione, non si sottrae alla lotta
Palla: 6 difende più che attaccare, espulsione esagerata
Simo: 7 sfiora il gol nel primo tempo, timbra il cartellino nel secondo
Claudio: 6,5 posizionato in mezzo, se la cava alla grande
Marco: 6,5 lotta su ogni pallone, sfiora il gol
Fra: 6 come per palla è costretto sulla difensiva, brivido per un retropassaggio un po’ affrettato
Furo: 7 non entra ma incita i compagni fino alla fine, un esempio di attaccamento alla squadra

DEA BENDATA DOVE SEI???

 

OPEN C

OLIMPIA SAMARATE – VIRTUS   1-0  (0-0)

Formazione: Callegari, Boccalari, Milani, Pallaro, Rudoni, Marchesi, Fumagalli

Panchina: Cerri, Genoni M., Genoni C., Salmoiraghi

Inizio questo articolo dicendo che non credo al malocchio, ma dopo questa partita qualche dubbio sul fatto che qualcuno ce l’abbia fatto mi viene. Per la quinta giornata di campionato siamo ospiti dell’olimpia samarate, si gioca però a Cascina Elisa perché il campo dell’oratorio di Samarate non è agibile (e meno male).  Iniziamo la partita un po’ contratti e nei primi dieci minuti subiamo l’iniziativa dei padroni di casa, piano piano però riusciamo a prendere campo e in un paio di situazioni riusciamo ad impensierire la porta avversaria.. Col passare dei minuti la nostra pressione aumenta, da un rilancio della nostra difesa Simone è bravo a spizzare la palla di testa, palla che arriverebbe a Paolino, quest’ultimo però a platealmente spinto alle spalle dal difensore in piena area, rigore solare che solo il pessimo arbitro Bernardo da Gallarate non vede. Lo stesso arbitro si rende ancora protagonista di una decisione discutibile a nostro sfavore quando ammonisce invece di espellere il difensore avversario che falcia Mattia lanciato a rete. Prima della conclusione del tempo Claudio avrebbe un’ottima opportunità per presentarsi a tu per tu con il portiere ma sbaglia lo stop e si allunga troppo il pallone, gli avversari ci hanno impensierito con un paio di conclusioni da fuori neutralizzate dall’ottimo Callegari. Iniziamo la ripresa ancora più determinati, ed infatti ci stabiliamo costantemente nella metà campo avversaria, i padroni di casa si difendono e cercano solo di ripartire in contropiede. Le occasioni per noi arrivano presto ma come dice il titolo di questo articolo la dea bendata guarda altrove, per due volte Pallaro colpisce di testa, e per due volte a portiere battuto ci pensa il bravo numero 8 a salvare il gol (la seconda volta con una spettacolare rovesciata). Sono abbastanza vecchio per capire i segnali del destino, poco dopo infatti ci facciamo sorprendere da un lancio lungo, la punta fa sponda di testa per l’accorrente compagno che in piena area scarica un bolide su cui Calle non può nulla. Mancano 10 minuti alla fine e continuiamo l’assalto alla porta avversaria, subiamo l’ennesimo torto quando in area il difensore dell’olimpia stoppa con un muro pallavolistico una girata di Simone, Bernardo non concede il rigore ma preso probabilmente da rimorso, sul proseguire dell’azione assegna a nostro favore una punizione dal limite per un fallo inesistente, punizione che ahinoi non ha esito positivo. L’ultima occasione capita a Paolo che però eredita la dote dell’ex capitano dell’eccellenza Gufo e tira una mozzarella che il portiere blocca con il fondoschiena….. Arriva così la quinta ed immeritata sconfitta. Ragazzi stiamo uniti, perché la svolta deve arrivare, per forza.

Pagelle:

Calle: 6,5 ottimo esordio

Bocca: 6 bene in marcatura, un po’ meno nell’impostazione

Marci: 6,5 da il meglio di se quando viene spostato in fascia

Paolo: 5,5 soffre un po’ il campo pesante, conclusioni mozzarellose

Palla: 6 apatico nel primo tempo, meglio nel secondo dove sfiora per 2 volte il gol

Mattia: 5,5 collegasse il cervello sarebbe sempre tra i migliori, brutto gesto, meno male che l’arbitro non vede

Simo:  6 lotta ma si vede stoppare (anche di mano) tutte le conclusioni

Salmo: 6,5 riportato nel suo ruolo sfodera un’ottima prestazione

Marco: 6 lotta come Simone, a corto di fiato però

Claudio: 6 qualità  e quantità, mezzo voto in meno per l’occasione sprecata

Cerri: 7 non entra e non fa polemica, il mister ed io chiediamo scusa.

NON PIOVERA’ PER SEMPRE…

OPEN C
VIRTUS-OSGB CARONNO 0-2 (0-1)
Formazione: Rubello,Bersani,Milani,Battaglia,Rudoni,Falzone,Viola
Panchina: Genoni C.,Cerri,Fumagalli,Callegari,Boccalari
Per la quarta giornata del campionato open C ospitiamo tra le mura amiche l’osgb Caronno. I ragazzi sono determinati a cancellare lo zero in classifica, per fare ciò serve una grande gara dando seguito ai miglioramenti delle ultime prestazioni. La partita dopo le prime fasi di studio è sostanzialmente equilibrata perché ne noi ne gli avversari creiamo pericoli ai rispettivi portieri. Comunque non ci si annoia, l’intensità e l’agonismo sono di un buon livello. Il risultato pare si possa sbloccare solo per un episodio ed ahinoi è quello che succede sullo sviluppo di un calcio di punizione per gli avversari. Sul cross in area si avventa la punta avversaria che di testa colpisce la traversa, il rimbalzo finisce sulla testa di un altro “caronnese” che praticamente senza accorgersi firma il vantaggio ospite. Il primo tempo finisce così uno a zero per gli avversari. Nel secondo tempo cerchiamo da subito il pareggio, ma occasioni vere e proprie non riusciamo a crearne, anche gli avversari più che cercare di chiudere la partita sembrano accontentarsi di gestire il vantaggio. Purtroppo come è sempre capitato in queste prime giornate alla prima disattenzione veniamo puniti, e puntualmente accade anche oggi. Gli ospiti battano rapidamente una rimessa laterale in zona di attacco, Andrea tarda a prendere la marcatura della punta che colpisce al volo e beffa con un pallonetto il nostro portiere (anche lui un po’ pigro nell’intervento). Alla fine mancano 10 minuti e nonostante mandiamo Tia ad affiancare Simo in attacco pericoli per la porta avversaria non ne creiamo, arriva così il triplice fisco (pessimo arbitraggio) a sancire la quarta sconfitta. Oggi sinceramente abbiamo meno da recriminare anche se i gol presi erano evitabilissimi. Resto fermamente convinto che possiamo dire la nostra in questo campionato, dopotutto, non potrà piovere per sempre…….
Pagelle:
Rubo: 5,5 poco impegnato, concorso di colpa con Andrea per il secondo gol subito
Andrea: 5,5 impeccabile fino alla fatidica distrazione
Marcello: 6 meno brillante rispetto alle altre partite fin qui disputate
Alessio: 6 pericoloso al tiro nel primo tempo, va sempre richiamato per tenere la posizione
Francesco: 6 solito dinamismo, gli capita una delle rare occasioni ma in scivolata colpisce debolmente
Mattia: 6 frenesia allo stato puro, impreciso quando deve dettare l’ultimo passaggio
Pier: 5,5 un buon lancio per Alessio e poi stop
Claudio: 5,5 passo indietro rispetto alla precedente prestazione
Ale: 6 buone coperture, avrebbe anche una buona occasione di testa ma colpisce debolmente ed in precario equilibrio
Simo: 5,5 anche per lui giornata difficile, sfiora il palo di testa
Bocca: 6 gioca i 10 minuti finali senza sbavature

NON C’E’ DUE SENZA TRE………..PURTROPPO

OPEN C

OSC FOLGORE-VIRTUS 2-1   (2-1)

Formazione: Rubello, Bersani, Milani, Pallaro, Battaglia, Falzone, Arborio

Panchina: Mancuso, Marchesi, Viola, Genoni C.

Marcatori: Milani

Per la terza giornata di campionato ci aspetta la trasferta a Cislago, partita sulla carta insidiosa da prendere con il piglio giusto. Sin dalle prime battute della gara capiamo che gli avversari sono alla nostra portata, oggi c’è la concreta possibilità di fare i nostri primi punti in serie C. Dopo circa dieci minuti di gioco gli avversari usufruiscono di un calcio di punizione dal limite, tiro secco e teso che Andrea (per lui esordio stagionale) ribatte, sfortuna vuole che sulla traiettoria ci sia Palla che così involontariamente manda il pallone nella nostra rete. Non ci disuniamo e dopo pochi minuti è proprio lo stesso Pallaro, innescato perfettamente da Marcello, ad avere la palla del pareggio ma anziché calciare in porta cerca un improbabile assist per Diego. Continuiamo a macinare gioco e a collezionare occasioni (un tiro di Diego fuori di un soffio e un’ottima occasione per Claudio), il meritato pareggio arriva grazie a Marcello che poco fuori area indovina l’angolino basso con un tiro secco e preciso. La gioia dura poco perché come un fulmine a ciel sereno arriva il gol degli avversari, Andrea allenta un attimo la marcatura sulla punta che è rapidissima a girarsi e dal limite dell’area trafigge l’incolpevole Rubello.  Iniziamo la ripresa determinati a ribaltare il risultato perché per quello che si è visto anche il pareggio ci starebbe stretto, ed infatti piantiamo le tende nella metà campo avversaria, loro si limitano ai lanci lunghi sulla punta ma Andrea è insuperabile. I minuti passano ma purtroppo passano anche le occasioni da gol fallite, clamorosa quella di Alessio che da un metro dalla linea di porta calcia alto. Ottima opportunità anche per Paolo che tenta di superare il portiere con un pallonetto ma dosa male la forza . La partita finisce con il portiere avversario che si ritrova il pallone tra le gambe dopo una conclusione ancora di Alessio. Sembra incredibile ma usciamo sconfitti da questa partita. Sicuramente c’è stata una buona dose di sfortuna ma nelle occasioni da gol fallite c’è anche tanta nostra responsabilità. Dopo tre partite potevamo tranquillamente avere 3 o 4 punti invece siamo inchiodati allo 0 ma con un po’ più di aiuto dalla dea bendata e con più determinazione da parte nostra speriamo di sbloccarci presto.

Pagelle:

Rubo: 6 incolpevole sui gol, nel secondo tempo fa lo spettatore

Andrea: 6 sarebbe da 7 senza quella sbavatura sul secondo gol degli avversari, stoico quando rimane in campo con un dito scorticato

Marcello: 7 altra grande partita, impreziosita dal primo gol stagionale

Pallaro: 5 giornata no, capita

Alessio: 5,5 sul voto pesa la clamorosa occasione fallita

Francesco: 6,5 quantità e qualità

Diego: 6 sfiora il gol da fuori area, costretto ad uscire per infortunio (stiramento)

Paolo : 6 dispensa assist, davanti alla porta avversaria spara ancora a salve però

Claudio: 6,5 copre tutta la fascia e ha tecnica per saltare l’uomo, poco fortunato in zona gol

Pier: 6 pericoloso con un tiro da fuori, ottimo assist per Paolo

Mancu: 6 anche lui protagonista dell’arrembaggio finale

 

SERVE USARE LA TESTA

OPEN C

S.AMBROGIO PARABIAGO-VIRTUS 5-3  (1-2)

Formazione: Rubello, Boccalari, Pallaro, Milani, Rudoni, Falzone, Fumagalli

Panchina: Marchesi, Furini, Mancuso, Arborio

Marcatori: Fumagalli 2, Rudoni

Partita in notturna per i ragazzi della open c che per il recupero della prima giornata vanno in quel di Parabiago. Il campo da gioco è un biliardo verde (piccola nota di demerito per l’erba troppo alta) ed i ragazzi sono stati catechizzati da mister Biondi dopo la scoppola subita in casa contro l’arluno perciò ci sono tutti i presupposti per fare una bella partita. Come richiesto dal mister iniziamo la partita col piglio giusto aggredendo ogni pallone, la prima occasione è per Marcello che da fuori area manca di poco la porta. A passare in vantaggio  sempre con un tiro da  fuori sono però gli avversari. Ci riversiamo subito nella metà campo avversaria e poco dopo troviamo il pareggio grazie a Simone che messo davanti al portiere da un delizioso assist di Marcello non sbaglia. Il pareggio ci galvanizza tanto che grazie ad una azione da manuale palla a terra passiamo in vantaggio ancora grazie a Simone che incorna in rete un perfetto cross di Alessio. Non rallentiamo e a negarci il terzo il gol sono due miracoli del portiere avversario prima su gran botta di Marci e poi su colpo di testa di Pallaro. Prima della fine del tempo è Rubo a sfoderare un paio d’interventi che ci permettono di chiudere la prima frazione in vantaggio. Rientriamo molli in campo e dopo 20 secondi dal fischio d’inizio del secondo tempo incassiamo il gol del pareggio, doccia gelata che serve perché riprendiamo a giocare. Torniamo in vantaggio grazie ad un sgroppata sulla fascia di Pallaro che con un preciso traversone pesca in area Mattia che al volo insacca il nuovo vantaggio.  E’ da poco passato il quindicesimo quando succede il patatrac, azione concitata nella nostra area l’attaccante riesce a colpire il pallone che sta lentamente scivolando in porta, Tia da terra allunga la mano e d’istinto ferma il pallone, inevitabile il rigore e l’espulsione. L’attaccante spiazza Rubo e siamo 3 a 3 con l’uomo in meno su un campo enorme.  Come previsto gli avversari cominciano a farci ballare e trovano il vantaggio grazie ad un bel gol della punta facilitato però dalla marcatura troppo passiva di Bocca, di lì a poco arriva anche il quinto gol. A 4 minuti dalla fine rimaniamo addirittura in 5 perché Simone si rende protagonista di un brutto fallo di reazione. Gesto plateale da censurare assolutamente, fosse anche stato colpito o provocato dal difensore una reazione del genere non è accettabile.  Che dire,è un vero peccato perché questa sera se avessimo usato più la testa che i piedi saremmo potuti tornare da Parabiago con i 3 punti e con un morale decisamente diverso.

Pagelle

Rubo: 7 protagonista di parecchi interventi decisivi

Bocca: 5,5 bene fino a quando concede lo spazio alla punta che ci punisce

Pallaro: 6,5 su campi così grandi può sprigionare la sua corsa, come dimostra l’azione del terzo gol

Mattia: 5 per la prestazione meriterebbe un 6,5 ma commette un sciocchezza colossale fermando                    quel pallone con la mano

Marcello: 7,5 prestazione maiuscola, ed è ancora l’ultimo ad arrendersi. Da prendere come esempio

Alessio: 6 grande primo tempo, non si ripete però nella ripresa, complice l’inferiorità numerica

Simone: 5 media tra il 7 per i 2 gol realizzati ed il 3 per la stupida reazione, avrà qualche domenica di riposo per ragionarci

Paolo: 6 nel primo tempo avrebbe un’occasione colossale che un attimo di titubanza vanifica, per il resto buona prestazione, può comunque dare di più

Mancuso: 6 un po’ in affanno, è lui però a creare l’occasione per Paolo

Diego: 6 un po’ macchinoso, comunque buon esordio

Furo: 6 protagonista di un’ottima chiusura nel difficile finale di partita

 

Esordio amaro

OPEN C

VIRTUS-O.S.CUORE ARLUNO 1-7  (1-3)

Formazione: Rubello, Boccalari, Falzone, Pallaro, Salmoiraghi, Milani, Fumagalli

Panchina: Marchesi, Cerri, Viola, Graziano, Battaglia

Marcatori: Falzone

Esordio casalingo nella nuova categoria per i ragazzi di mister Biondi, ospitiamo la compagine proveniente da Arluno, anch’essa neo promossa in serie C. Le amichevoli precampionato ci hanno fatto capire che probabilmente quest’anno dovremo lottare per il mantenimento della categoria piuttosto che ambire ad una nuova promozione. Notiamo subito che gli avversari sono quasi tutti dei begli armadi e nonostante questo corrono anche tanto. Dopo 10 minuti di studio subiamo gol, gli avversari sfruttano un nostro errore in fase di marcatura e così l’attaccante può colpire indisturbato di testa indirizzando la palla all’angolino. Non ci perdiamo d’animo e nel giro di pochi minuti troviamo il pareggio, Bocca innesca Simone che di prima smarca Alessio davanti al portiere, diagonale preciso e gol. Neanche il tempo di gioire e su un’azione d’attacco degli avversari Marcello si scontra in area con il loro attaccante, per l’arbitro è rigore, Rubo intuisce il tiro ma la palla finisce in rete. Costruiamo una potenziale occasione per il pareggio ma Paolino in precario equilibrio calcia alto. A pochi minuti dal fischio finale subiamo il terzo gol, i nostri difensori in versione statue di marmo lasciano rimbalzare il pallone al limite dell’area senza intervenire, ci pensa così l’attaccante avversario a calciare al volo lasciando di sasso l’incolpevole Rubello. Iniziamo la ripresa determinati ad accorciare le distanze, ci stabiliamo costantemente nella metà campo avversaria ma vere e proprie occasioni non riusciamo a crearne, impegniamo il portiere avversario solo su calci piazzati di Marcello, potenti ma tutti un po’ troppo centrali, Paolo ha ancora una buona possibilità dal limite dell’area ma anche in questo caso non riesce a piegare totalmente il corpo ed il tiro finisce alto. Arriviamo così a 7 minuti dalla fine ed i ragazzi spengono definitivamente la luce, tralascio la descrizione dei 4 gol subiti perché sono veramente imbarazzanti. Come ho scritto all’inizio quest’anno dovremo lottare per non retrocedere, ma non è certo mollando come abbiamo fatto oggi che ci riusciremo.

Pagelle

Rubo: 5 esordio titubante, soprattutto nelle uscite

Bocca: 5 portato a spasso dalla forte punta avversaria

Pallaro: 6 corsa ed impegno, un po’ troppo nervoso

Falzone: 6 sufficienza stiracchiata per il gol, non scala a coprire in occasione del primo gol subito

Salmo: 6 anche per lui tanta corsa

Marcello 6,5 l’unico che corre e lotta fino alla fine

Simo: 6 ottimo assist per alessio

Paolo: 6 due potenziali occasioni, ma non era facile

Sbiru: 5,5 messo come punta fatica a ricevere palloni giocabili

Fra: 6 qualche buona giocata.

Viola: 6 smista qualche pallone, mai pericoloso però

Cerri: s.v. gioca 5 min nel marasma finale