Tutti gli articoli di steve76

BASTA GIOCARE BENE E PERDERE….

Eccellenza

ELPIS BIUMO – VIRTUS 4 – 2 ( 2 – 1 )

Formazione: Rubello, Cattaneo, Milani M, Impelluso, Gatti, Amati, Pallaro
Panchina: Noè, Bergamaschi, Graziano Ale, Mappelli, Arborio
Marcatori: Impelluso, Gatti

Per la quarta giornata del girone di ritorno ci aspetta la trasferta Domenicale a Varese, avversari i ragazzi del Biumo. Crocevia importante per la classifica, infatti siamo appaiati in classifica (loro con un partita da recuperare) e chi dovesse vincere oggi lancerebbe un bel messaggio anche se ovviamente manca ancora molto alla fine del campionato. Formazione di partenza pressoché standard con Rubo che difende ancora i nostri pali visto che Christian nonostante sia recuperato non ha ancora ripreso gli allenamenti. L’inizio gara è buono, facciamo girare il pallone anche se le ridotte dimensioni del campo non rendono la cosa semplice, la prima occasione la crea Marci che dopo aver saltato un paio di avversari scarica un potente sinistro che scheggia l’incrocio dei pali. Occasione più pulita capita poi a Diego che su traversone teso di Fede interviene in spaccata ad un paio di metri dalla porta ma il pallone finisce alto. Il vantaggio è nell’aria ed arriva con una bella conclusione da fuori Impe. La gioia però dura poco, gli avversari che fino ad ora si sono limitati a lunghi lanci cercando la forte punta , trovano il pareggio sfruttando un nostro errore nella gestione dl pallone ( quest’anno non ci perdonano niente, ogni errore lo paghiamo subendo gol) e dopo un paio di minuti passano addirittura in vantaggio con un colpo di testa all’interno dell’area con Rubo che in uscita viene anticipato dall’attaccante. Tutto da rifare, come già successo tante volte in questa stagione noi giochiamo a calcio e gli altri fanno i gol. Riprendiamo a giocare e sciupiamo in maniera clamorosa il gol del pareggio, partiamo in contropiede in tre, davanti a noi c’è solo il portiere avversario ma non riusciamo a buttarla dentro, Impe calcia (sarebbe stato più opportuno allargare su Fede o Sandro) il portiere respinge, sulla ribattuta interviene Fede ma il portiere respinge ancora, incredibile. Nei minuti restanti continuiamo ad attaccare ma il primo tempo si chiude con il vantaggio dei padroni di casa. Inizia la ripresa e il copione non cambia, i nostri sforzi però vengono premiati e troviamo il pareggio con un bel diagonale di sinistro di Fede che purtroppo nel calciare sente “tirare” il flessore ed è costretto ad uscire (speriamo si tratti solo di un piccolo stiramento). Il pareggio ritrovato dovrebbe darci lo slancio per cercare la vittoria, invece paghiamo caro l’ennesima distrazione, su calcio d’angolo per gli avversari lasciamo libero un uomo appostato appena fuori dall’area di rigore che servito calcia un potente rasoterra che Rubo vede all’ultimo e non riesce a respingere. Porca miseria dobbiamo ancora rincorrere, le occasioni non mancano, Diego a tu per tu con il portiere si fa respingere il tiro ( a questo punto credo che gli abbiano fatto qualche macumba, vada da uno stregone o da un’esorcista) e mentre noi giochiamo e creiamo occasioni senza riuscire a buttarla dentro gli avversari segnano il quarto gol, questa volta tutto merito di chi lo realizza che saltato un nostro uomo scaglia un siluro che sbatte sul palo e finisce in rete. Mancano dieci minuti, ci proviamo fino alla fine, ci viene probabilmente negato anche un rigore ma sta di fatto che arriviamo alla fine senza più segnare. Sinceramente mi sono un po scocciato di scrivere che la prestazione è stata ottima perché giocare bene e perdere non è per niente bello, non possiamo creare 6-7 palle gol a partita e realizzarne la metà o addirittura meno, non so se si tratta di mancanza di cattiveria sotto porta o solo sfortuna, so che bisogna invertire la rotta a tutti i costi. Comunque, anche se la sconfitta odierna è pesante per le nostre ambizioni di secondo posto non bisogna mollare di una virgola, le partite da giocare sono tante e abbiamo l’obbligo di provarci fino alla fine. FORZA RAGAZZI!!!!

UNDER 10

AUDAX – VIRTUS 2 – 4 (Riassunto di Andrea Guerini)

14/01/2017
Finalmente dopo tanti rinvii siamo riusciti a giocare contro l’audax. All’inizio del primo tempo abbiamo giocato un po male e infatti abbiamo preso un gol e in più Julian è caduto, ma poi abbiamo recuperato con uno stupendo gol di Mario.Fine primo tempo 1-1. Poi Mario ha fatto la doppietta ma i nostri avversari hanno recuperato con un’altra rete. Fine secondo tempo 2-2. Andrea e Simone ci hanno portato alla vittoria con 2 fantastici goal. Risultato finale: partita vinta dalla Virtus 4-2. Siamo sempre più bravi. Forza Virtus

PRONTO RISCATTO

Eccellenza (cronaca di GATTI FEDERICO)

VIRTUS – BIDONE 3 – 2 (1 – 2)

Formazione: Rubello,Cattaneo,Graziano Ale,Impelluso,Amati,Mialni M,Gatti
Panchina: Mancuso,Pallaro,Mappelli,Boccalari,Valentino
Marcatori: Gatti 2, Milani M

Steve pensa bene di andare a festeggiare il compleanno (auguri); prima della partita mi assegna il compito ingrato di scrivere la cronaca della partita. Lo faccio ripensando con piacere a più di 10 anni fa quando ero il reporter/tifoso della squadra e raccontavo le avventure della compagine bianco blu nel cammino verso l’olimpo del CSI (eccellenza). Veniamo al match: temperatura zero gradi centigradi circa; terreno duro, molto duro ma almeno non si pattina come Domenica scorsa a gallarate. Si fa solo fatica a coordinarsi. Primo tempo: partiamo meglio noi avendo il pallino del gioco, Peli palo esterno, Marci fuori di poco. Deambroggi si carica tre di noi sulle spalle, si fa tutto il campo, la mette in mezzo e l’attaccante loro cerca la deviazione con il tacco. Non va. Giro palla lento da parte nostra, subiamo il pressing avversario che ci costringe all’errore di passaggio, ne approfittano e segnano con un bel gol a fil di palo da tiro centrale. 0-1. Siamo sbilanciati e su un’altra palla gestita male sulla trequarti subiamo la ripartenza veloce. L’avversario ci mette a sedere in tre compreso il portiere e insacca. 0-2. Siamo in tilt e gli avversari mancano il colpo del ko e sono anche costretti al cambio portiere causa infortunio alla spalla. Riprendiamo a macinare gioco e gigio solo davanti al portiere viene sbilanciato dal difensore e conclude debolmente; Diego sugli sviluppi di una rimessa laterale manda fuori di testa all’altezza del dischetto del rigore. Buon giro palla, vedo eboh inserirsi alla spalle delLa linea difensiva e lo cerco, eboh manca la palla sul cross leggermente alto ma inganna il portiere che deve raccogliere la palla in rete. 1-2. Secondo tempo: Ripartiamo aggressivi e con delle conclusioni dalla mezza arriviamo al pareggio con bel mio tiro di sinistro da fuori area. 2-2. Loro alzano i ritmi e sbagliamo a cercare di metterla sul ritmo contro di loro. Dovremmo ragionare di più ma ci facciamo prendere dalla frenesia. Fisicamente sono devastanti e molto bravi ad inserirsi con i centrocampisti che sfruttano le sponde dei due forti attaccanti. Il palo ci da una mano su un bel diagonale del Mazzo e il loro difensore su azione successiva non approfitta di un rimpallo che lo fa ritrovare a spalle girate davanti al nostro portiere. Colpo di tacco alla Crespo ma fuori di poco. Sono impreciso con due tiri da buona posizione. Bel diagonale di Gigino salvato sulla linea dal difensore. Il sorpasso ce lo regala Marci con una bella conclusione di sinistro sul primo palo che non lascia scampo al portiere. 3-2. Gli avversari recriminano per due contatti dubbi nella nostra area che non vengono sanzionati. Sprechiamo il gol della sicurezza 3 contro 2 con il difensore che salva sulla linea una conclusione di Pallaro, la palla carambola sul palo e arriva a Peli che non riesce a concludere (dobbiamo cercare di liberarlo più spesso al tiro conoscendo le sue potenzialità balistiche). Rubello si immola in uno contro uno con l’avversario consentendoci di portare a casa i 3 punti. Ottima la prova del nostro secondo portiere alias DonnaRUBO, sempre sicuro tra i pali e autore di parate di pregevole fattura. Dopo 2 punizioni per loro che finiscono in niente arriva il triplice fischio. Tre punti fondamentali per noi, bravi a non mollare dopo essere stati sotto di due reti.

TROVATA LA NUOVA BESTIA NERA….

Eccellenza

M.I.C. – VIRTUS 3 – 1 ( 2 – 0)

Formazione: Rubello, Cattaneo, Graziano Ale, Impelluso, Milani M, Gatti, Pallaro
Panchina: Amati, Mancuso, Mappelli, Valentino, Boccalari, Bergamaschi
Marcatori: Impelluso

Eccoci, si ricomincia a “giocare” dopo la pausa per le festività e si ricomincia con la trasferta di Domenica mattina in quel di Gallarate contro i ragazzi della Madonna in campagna. Fa freddo ed infatti la nostra sarà l’unica partita del week-end visto che tutte le altre sono state rinviate per campi impraticabili. Diciamo subito che anche il campo su cui dobbiamo giocare non è nelle condizioni ideali, duro come il sasso e con una fascia dove ci vorrebbero le catene per stare in piedi. La formazione di partenza è pressoché la solita con l’eccezione del portiere, Chri appiedato dalla febbre lascia il posto a Rubo che così fa il suo esordio in eccellenza. Iniziamo la partita con il giusto piglio e dopo qualche minuto arriva la prima palla gol, con Palla che a pochi metri dal portiere ma in precario equilibrio calcia alto, il pallino del gioco è in mano nostra ma come spesso accade nel calcio al primo tiro gli avversari fanno gol, e che gol, tiro al volo da lontano che s’infila quasi nel sette lasciando Rubo di sasso, insomma, non si offenda l’autore ma questo è quello che viene definito in gergo “il gol della Domenica”, Come se niente fosse ricominciamo a macinare gioco alzando ulteriormente il baricentro creando azioni pericolose ma che ahi noi non si concretizzano, gli avversari invece ripartono in contropiede e centrano una traversa con un tiro dal limite dell’area e all’ultimissimo secondo trovano addirittura il gol del raddoppio con un’azione insistita. Iniziamo la ripresa con Diego che prende il posto di Palla (uscito per il riacutizzarsi del dolore alla caviglia infortunata in allenamento), la prima clamorosa palla gol capita agli avversari ma questa volta Rubo dice di no con una parata strepitosa, passato il pericolo iniziamo noi il tiro a segno, occasioni a raffica capitano ad Impe e a Diego ma un pò per bravura del portiere e un pò perché potevamo fare meglio noi la palla non vuole entrare, più passano i minuti e più è forte la sensazione che questa partita non riusciremo a raddrizzarla. Nel tentativo disperato di alzare ulteriormente il baricentro il Mister toglie Sandro e mette Teo ma anche questa mossa non porta frutti, quando mancano 3 o 4 minuti alla fine gli avversari mettono il punto esclamativo sulla vittoria siglando su punizione il terzo gol. Il nostro smisurato orgoglio ci permette di realizzare con Impe praticamente allo scadere il gol della bandiera. Che dire, la prestazione c’è stata, ai nostri ragazzi non possiamo rimproverare niente, chi segue il calcio sa che ci sono partite come queste. Certo per le nostre ambizioni è un duro stop ma bisogna tenere la testa alta e pensare subito alla prossima partita. Forza Ragazzi!!!

UNDER 10

VIRTUS – CASTEGNATE 2 – 2 Riassunto di Lopresti Lorenzo

Venerdi 16-12 abbiamo rigiocato con il castegnate, nella partita di andata avevamo perso 7 a 0 questa volta invece abbiamo giocato bene ed il risultato finale è stato di 2-2.I goals sono stati segnati da Mario e Nicola. Tutti i miei compagni hanno giocato bene anch’io mi sono divertito tanto, anche se faceva un pochino freddo sono riuscito a fare il mio tocco preferito. Speriamo di giocare sempre bene così perchè stiamo migliorando tanto.FORZA VIRTUS!!

DOLCE DICEMBRE

VIRTUS – FRASSATI 5 – 2 ( 2 – 2 )

Formazione: Noè, Cattaneo, Milani M, Impelluso, Gatti, Amati, Pallaro
Panchina: Arborio, Bergamaschi, Boccalari, Mappelli, Rubello
Marcatori: Autorete, Pallaro, Impelluso, Bergamaschi (2)

Ultima partita prima della sosta Natalizia e prima del girone di ritorno, gli avversari sono i ragazzi del Frassati provenienti da Fagnano Olona squadra a noi particolarmente indigesta anche se il tabù vittoria contro di loro l’abbiamo sfatato all’andata. L’imperativo restano i tre punti per dare continuità alle vittorie e soprattutto per stare in scia a chi ci sta davanti in classifica. Per l’assenza di Sandro, Marcello scala come secondo difensore e Fede ritorna tra i titolari dopo oltre un mese, per il resto formazione standard. L’inizio è ottimo e il gol del vantaggio arriva abbastanza velocemente anche se in maniera fortunata, infatti su una punizione battuta da Marci il difensore centra la sua porta con un preciso colpo di testa. Approfittiamo del regalo e raddoppiamo subito dopo, protagonista ancora Marcello che liberato al tiro da un bel movimento di Fede colpisce la traversa, la palla s’impenna e il più lesto ad arrivarci è Palla che di testa insacca il 2 a 0. Gli avversari va comunque detto che non subiscono e basta, giocano bene anche loro e ci mettono in difficoltà e complice una nostra gestione sbagliata del pallone rubano palla a centrocampo e in contropiede accorciano le distanze. Dopo 5 minuti sfruttando ancora un nostro errato disimpegno trovano addirittura il pareggio, risultato con cui si chiude il primo tempo, diciamo che per come le squadre hanno giocato il pareggio potrebbe anche starci ma i nostri errori sul 2 a 0 sono stati imperdonabili. Iniziamo la ripresa determinati a ritrovare subito il vantaggio, lo facciamo dopo 7 o 8 minuti con l’azione forse più bella di tutto il campionato, facciamo girare palla da destra a sinistra per quasi un minuto con una trama di passaggi precisi e veloci che coinvolgono quasi tutta la squadra fino a quando Impe decide che è arrivato il momento di piazzare il pallone dove neanche il Buffon dei tempi migliori potrebbe prenderlo, palla nel sette e applausi scroscianti dei (pochi) spettatori presenti. Il ritrovato vantaggio ci ridà fiducia e complice il fatto che gli avversari alzano il baricentro per cercare il pareggio in contropiede abbiamo diverse opportunità di segnare il quarto gol, clamorosa un’occasione capitata a Diego che però strozza troppo il tiro e permette al portiere di respingere. Al quindicesimo proprio Diego (tranquillo ai “bomber” capitano questi periodi, stai sereno che tornerai a segnare) ormai sfinito lascia il posto a Teo che si piazza in attacco con Palla che scala in fascia. Come con la Real Tresiana è un cambio determinate perché dopo essersi preso un paio di rimbrotti per il pressing non portato con la giusta intensità a Teo capita il pallone giusto sul suo sinistro e senza pensarci un secondo scarica un tiro non potentissimo ma assai preciso che s’infila all’angolino basso. Passano un paio di minuti e ancora Teo lanciato perfettamente da Fede insacca il quinto gol che chiude definitivamente i conti, prima del fischio finale entra in campo anche Arbo al posto di Fede. Partita vinta con merito e sofferenza, chiudiamo così il mese di Dicembre con tre vittorie di fila che ci consentono di andare alla sosta sereni e felici. BUON NATALE E BUONE FESTE A TUTTI.

CON LA TESTA GIUSTA

Eccellenza

BRUSIMPIANESE – VIRTUS 4 – 7 ( 1 – 5 )

Formazione: Noè, Cattaneo, Graziano Ale, Impelluso, Amati, Milani M, Pallaro
Panchina: Arborio, Mancuso, Mappelli, Bergamaschi, Boccalari, Rubello, Gatti
Marcatori: Pallaro 3, Milani M, Impelluso, Graziano Ale, Arborio

Per l’ultima partita del girone di andata ci spetta la trasferta mattutina in quel di Cuasso al Piano paesino a pochissimi chilometri dal confine con la Svizzera, la squadra avversaria è per noi un osso duro visto che nella passata stagione ci ha rifilato due sonore sconfitte con ben 11 gol segnati. Quest’anno però scuse non ne vogliamo, sappiamo che il campo dei padroni di casa in inverno fa schifo perché diventa una palude dopo pochi minuti di gioco ma come fa schifo per noi fa schifo anche per loro. Di conseguenza memori dell’approccio sbagliato avuto lo scorso anno questa volta partiamo subito con la testa giusta e dopo pochi minuti di gioco troviamo il vantaggio con Palla abile ad anticipare l’intervento del difensore con una “puntata” che non lascia scampo al portiere. E’ l’inizio della grandinata che si abbatte sui padroni di casa, raddoppiamo immediatamente con Sandro lanciato in contropiede direttamente da un rilancio con le mani di Christian, il tre a zero lo realizza Marcello con un bel diagonale da fuori, passa qualche minuto e a gonfiare la rete con un altro tiro da fuori area ci pensa Impe. Il pokerissimo lo firma ancora Palla, insomma per la prima volta in questo girone di andata abbiamo una percentuale di tiri e di realizzazioni quasi del 100%. Gli avversari nel frattempo si sono resi pericolosi una sola volta su punizione, allo scadere complice un nostro leggero calo di tensione trovano il gol che può farli sentire ancora vivi. Iniziamo la ripresa e quando non sono passati neanche cinque minuti Palla insacca il terzo gol personale su assist al bacio di Marcello. Palla al centro e ahi noi ci facciamo sorprendere da un lancio lungo e gli avversari accorciano ancora le distanze. E’ il momento di mettere forze fresche, Arborio sostituisce uno stremato Amati e si piazza in attacco con Palla che scala in fascia. I padroni di casa nonostante siano sotto di 4 gol ci credono e accorciano ancora. Fortunatamente ristabiliamo quasi subito le distanze con il primo gol stagionale di Arbo che stoppa di petto e in girata mette il pallone quasi nel sette lasciando di marmo il portiere avversario. La partita è ormai in controllo, negli ultimi minuti entrano in campo Mancu e Mappe al posto di Fede (a sua volta entrato al posto di Impe e tolto per evitare una seconda ammonizione) e Arborio. All’ultimissimo minuto gli avversari vanno ancora a segno ma con un evidente, a mio parere, fallo su Christian. Partita perfetta o meglio vista la prestazione 4 gol subiti sono forse troppi ma quando ti ritrovi con un vantaggio così ampio un leggero calo di tensione può capitare e obbiettivamente non c’è mai stata la sensazione che i padroni di casa potessero riaprire veramente la partita. Chiudiamo il girone di andata a quota 22 punti, buon cammino anche se giudicando le prestazioni avremmo sicuramente potuto avere 3/4 punti in più. Nel girone di ritorno cercheremo di fare meglio anche perché quelli davanti corrono veloci. Forza Virtus!!!!

BRAVI E ANCHE FORTUNATI

Eccellenza

VIRTUS – REAL TRESIANA 5 – 1 ( 2 – 1 )

Formazione: Noè, Cattaneo, Graziano Ale, Impelluso, Milani M, Amati, Pallaro
Panchina: Bergamaschi, Arborio, Mappelli, Boccalari, Viola, Rubello
Marcatori: Pallaro, Amati, Milani M, Bergamaschi (2)

Terza partita consecutiva in casa, dopo la sconfitta con la capolista Hellas Cunardo, arrivata comunque con un’ottima prestazione, siamo tenuti a riscattarci contro un’altra avversaria bella tosta, la Real Tresiana, squadra lunatica, capace di grandi imprese ma anche di tonfi inaspettati. La formazione di partenza prevede il rientro di Marcello tra i titolari, per il resto formazione standard. L’inizio della partita è subito scoppiettante, Palla con una finta lascia sul posto il suo marcatore e s’invola verso la porta ma anticipa troppo la conclusione che si perde sul fondo. Poco dopo Sandro in azione di contropiede perde il tempo e non riesce a servire Palla che sarebbe stato solo davanti al portiere, la palla gol più clamorosa però capita sui piedi di Diego che spara sulla traversa ad un metro dalla porta ( a sua parziale discolpa diciamo che era in posizione defilata e ha dovuto colpire il pallone in precario equilibrio), Gli avversari che non stanno di certo a guardare al primo vero affondo fanno centro, il centrocampista vince un paio di contrasti e serve l’attaccante che solo davanti a Christian non sbaglia. La nostra reazione è immediata e pareggiamo con un gol un po’ fortunoso, Diego colpisce di testa nell’area avversaria la palla carambola sulla testa di Palla e finisce in rete. La partita è veloce e divertente, le occasioni da gol fioccano da una parte e dall’altra, Chistian è protagonista di almeno tre interventi decisivi che tengono inviolata la nostra porta, Noi colpiamo altre due traverse e creiamo costantemente affanno alla difesa avversaria. Troviamo il vantaggio sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Impe, l’uomo piazzato sulla linea di porta respinge malamente il pallone con il petto e come un falco Diego si avventa su di esso insaccando il gol del vantaggio. Non succede più niente e chiudiamo in vantaggio un pirotecnico primo tempo. La ripresa inizia sulla falsa riga del primo tempo ma siamo bravi e fortunati a trovare quasi subito il gol del 3 a 1 con una punizione di Marci che il portiere avversario non trattiene ( diciamo che praticamente si butta il pallone in porta da solo). E’ il gol che toglie energie agli ospiti e consente a noi di gestire il pallone con più calma. Al decimo minuto Diego in evidente riserva di “carburante” lascia il posto a Teo che si piazza in attacco con Palla che scala in fascia. E’ il cambio che mette il sigillo alla partita, infatti Teo nel giro di dieci minuti piazza la doppietta che chiude definitivamente i conti, il primo gol è abbastanza facile, servito da un perfetto assist di Sandro piazza il pallone dove il portiere non può arrivare, il secondo invece è una vera e propria prodezza balistica, gran botta da lontano che s’infila all’incrocio. A risultato acquisito nei minuti finali fanno il loro esordio in eccellenza Pier Viola (un ritorno) e Bocca. Oggi abbiamo giocato bene e avuto la giusta dose di fortuna che magari in altre partite non abbiamo avuto, bisogna proseguire su questa strada. Forza Virtus!!!!

UNDER 10

VIRTUS – CENTRO SAN PIETRO 0-7 Riassunto di Nicola e Leonardo Di Battista

Domenica 27 Novembre è stata una bella partita, al primo tempo Simone ha preso il palo e dopo 2 minuti ha sbagliato un’occasione che poteva portarci in vantaggio. Nel secondo tempo abbiamo preso un po di reti, il Seba che è il nostro portiere è stato comunque molto bravo, siamo stati tutti bravi ma alla fine abbiamo perso 7 a 0 perchè gli avversari erano più grandi di noi, comunque ci siamo divertiti. FORZA VIRTUS. Nicola e Leo.

A MANI VUOTE MA A TESTA ALTA

Eccellenza

VIRTUS – HELLAS CUNARDO 2 – 5 ( 1 – 1 )

Formazione: Noè, Cattaneo, Graziano Ale, Impelluso, Bergamaschi, Amati, Pallaro
Panchina: Arborio, Mancuso, Mappelli, Viola, Boccalari, Rubello
Marcatori: Amati, Impelluso

E venne finalmente il giorno di incontrare la dominatrice del campionato fino a questo momento, Per l’undicesima giornata di campionato ospitiamo L’Hellas Cunardo squadra neo promossa che finora ha fatto filotto pieno, 10 partite 10 vittorie, saremo noi a fermarli? Gli avversari sono davvero forti e annoverano tra le loro fila individualità di spicco specialmente in attacco, beh a noi poco importa sappiamo che se facciamo il nostro gioco possiamo mettere in difficoltà chiunque nonostante assenze per squalifica importanti, oltre a Fede (che deve scontare ancora 2 giornate) stasera manca anche Marcello squalificato per raggiunto limite di ammonizioni. L’approccio alla gara è ottimo, il primo affondo è degli ospiti, bomber Nasti controlla un pallone nella nostra area e girandosi si lascia cadere, bravo l’arbitro a non abboccare, poco dopo passiamo in vantaggio con un’azione che ormai è un nostro marchio di fabbrica, rimessa laterale battuta rapidamente da Sandro che trova Diego pronto all’inserimento nell’area avversaria dove il nostro terzino goleador a tu per tu col portiere non sbaglia. Passa qualche minuto e Sandro si divora il 2 a 0 solo davanti al portiere, mannaggia. Gli avversari si fanno pericolosi su punizione centrando la parte superiore della traversa. Quando non manca molto alla fine del tempo perdiamo una sanguinosa palla a centrocampo l’attaccante avversario entra nella nostra area e Diego si rende protagonista di un’ottima diagonale difensiva facendosi tamponare dallo stesso attaccante, l’arbitro che prima era stato bravo questa volta non si capisce cosa veda ed assegna il rigore cogliendo una topica colossale, vane le nostre proteste, palla sul dischetto e gol del pareggio. Si gioca ancora per qualche minuto prima di andare al riposo senza che il risultato cambi. Iniziamo la ripresa con la stessa intensità e determinazione ma a segnare il gol del 2 a 1 sono gli avversari, questa volta con un pezzo di bravura del solito Nasti, che dopo un paio di dribbling spiazza Christian chiudendo il tiro sul primo palo. Siamo comunque totalmente in partita, non passa molto ed Impe al termine di una bella azione viene atterrato all’inteno dell’area avversaria, rigore solare per tutti tranne che per l’arbitro che invece assegna la punizione dal limite dell’area. Fortunatamente battere una punizione dal limite con le dimensioni delle porte che abbiamo quest anno è quasi come tirare un rigore ed infatti Impe scarica una cannonata sotto la traversa che non lascia scampo al portiere. 2-2 ed inerzia dalla nostra parte, ma in questo campionato le cose facili non ci piacciono, non è passato neanche un minuto dal gol del pareggio che pensiamo bene di farci gol da soli, lancio lungo degli avversari, incomprensione tra Sandro che appoggia di testa all’indietro e Chri che nel frattempo è uscito e palla che scivola dolcemente in fondo alla rete. Per il morale è una mazzata, non per le gambe perché ci rimettiamo a testa bassa ad attaccare ed il loro portiere compie almeno un paio di ottime parate, ma così facendo lasciamo il contropiede agli avversari che puntualmente ci puniscono con il quarto e quinto gol, arrivati comunque ancora con una nostra gestione del pallone sbagliata. Al triplice fischio rimane netta la sensazione di qualcosa che poteva essere ed invece non è stato, riceviamo i complimenti degli avversari che però non portano punti. Quest’anno va così al minimo errore (soprattutto in casa) paghiamo dazio e lo paghiamo caro, le prestazioni (a parte forse la partita con il s.eusebio) sono sempre state buone ed avrebbero dovuto fruttare sicuramente qualche punto in più, 5 sconfitte sono tante ma in nessuna di queste l’avversario si è dimostrato più forte. Ripartiamo, Forza ragazzi!!!!