Archivi categoria: Cronache

DOLCE DICEMBRE

VIRTUS – FRASSATI 5 – 2 ( 2 – 2 )

Formazione: Noè, Cattaneo, Milani M, Impelluso, Gatti, Amati, Pallaro
Panchina: Arborio, Bergamaschi, Boccalari, Mappelli, Rubello
Marcatori: Autorete, Pallaro, Impelluso, Bergamaschi (2)

Ultima partita prima della sosta Natalizia e prima del girone di ritorno, gli avversari sono i ragazzi del Frassati provenienti da Fagnano Olona squadra a noi particolarmente indigesta anche se il tabù vittoria contro di loro l’abbiamo sfatato all’andata. L’imperativo restano i tre punti per dare continuità alle vittorie e soprattutto per stare in scia a chi ci sta davanti in classifica. Per l’assenza di Sandro, Marcello scala come secondo difensore e Fede ritorna tra i titolari dopo oltre un mese, per il resto formazione standard. L’inizio è ottimo e il gol del vantaggio arriva abbastanza velocemente anche se in maniera fortunata, infatti su una punizione battuta da Marci il difensore centra la sua porta con un preciso colpo di testa. Approfittiamo del regalo e raddoppiamo subito dopo, protagonista ancora Marcello che liberato al tiro da un bel movimento di Fede colpisce la traversa, la palla s’impenna e il più lesto ad arrivarci è Palla che di testa insacca il 2 a 0. Gli avversari va comunque detto che non subiscono e basta, giocano bene anche loro e ci mettono in difficoltà e complice una nostra gestione sbagliata del pallone rubano palla a centrocampo e in contropiede accorciano le distanze. Dopo 5 minuti sfruttando ancora un nostro errato disimpegno trovano addirittura il pareggio, risultato con cui si chiude il primo tempo, diciamo che per come le squadre hanno giocato il pareggio potrebbe anche starci ma i nostri errori sul 2 a 0 sono stati imperdonabili. Iniziamo la ripresa determinati a ritrovare subito il vantaggio, lo facciamo dopo 7 o 8 minuti con l’azione forse più bella di tutto il campionato, facciamo girare palla da destra a sinistra per quasi un minuto con una trama di passaggi precisi e veloci che coinvolgono quasi tutta la squadra fino a quando Impe decide che è arrivato il momento di piazzare il pallone dove neanche il Buffon dei tempi migliori potrebbe prenderlo, palla nel sette e applausi scroscianti dei (pochi) spettatori presenti. Il ritrovato vantaggio ci ridà fiducia e complice il fatto che gli avversari alzano il baricentro per cercare il pareggio in contropiede abbiamo diverse opportunità di segnare il quarto gol, clamorosa un’occasione capitata a Diego che però strozza troppo il tiro e permette al portiere di respingere. Al quindicesimo proprio Diego (tranquillo ai “bomber” capitano questi periodi, stai sereno che tornerai a segnare) ormai sfinito lascia il posto a Teo che si piazza in attacco con Palla che scala in fascia. Come con la Real Tresiana è un cambio determinate perché dopo essersi preso un paio di rimbrotti per il pressing non portato con la giusta intensità a Teo capita il pallone giusto sul suo sinistro e senza pensarci un secondo scarica un tiro non potentissimo ma assai preciso che s’infila all’angolino basso. Passano un paio di minuti e ancora Teo lanciato perfettamente da Fede insacca il quinto gol che chiude definitivamente i conti, prima del fischio finale entra in campo anche Arbo al posto di Fede. Partita vinta con merito e sofferenza, chiudiamo così il mese di Dicembre con tre vittorie di fila che ci consentono di andare alla sosta sereni e felici. BUON NATALE E BUONE FESTE A TUTTI.

CON LA TESTA GIUSTA

Eccellenza

BRUSIMPIANESE – VIRTUS 4 – 7 ( 1 – 5 )

Formazione: Noè, Cattaneo, Graziano Ale, Impelluso, Amati, Milani M, Pallaro
Panchina: Arborio, Mancuso, Mappelli, Bergamaschi, Boccalari, Rubello, Gatti
Marcatori: Pallaro 3, Milani M, Impelluso, Graziano Ale, Arborio

Per l’ultima partita del girone di andata ci spetta la trasferta mattutina in quel di Cuasso al Piano paesino a pochissimi chilometri dal confine con la Svizzera, la squadra avversaria è per noi un osso duro visto che nella passata stagione ci ha rifilato due sonore sconfitte con ben 11 gol segnati. Quest’anno però scuse non ne vogliamo, sappiamo che il campo dei padroni di casa in inverno fa schifo perché diventa una palude dopo pochi minuti di gioco ma come fa schifo per noi fa schifo anche per loro. Di conseguenza memori dell’approccio sbagliato avuto lo scorso anno questa volta partiamo subito con la testa giusta e dopo pochi minuti di gioco troviamo il vantaggio con Palla abile ad anticipare l’intervento del difensore con una “puntata” che non lascia scampo al portiere. E’ l’inizio della grandinata che si abbatte sui padroni di casa, raddoppiamo immediatamente con Sandro lanciato in contropiede direttamente da un rilancio con le mani di Christian, il tre a zero lo realizza Marcello con un bel diagonale da fuori, passa qualche minuto e a gonfiare la rete con un altro tiro da fuori area ci pensa Impe. Il pokerissimo lo firma ancora Palla, insomma per la prima volta in questo girone di andata abbiamo una percentuale di tiri e di realizzazioni quasi del 100%. Gli avversari nel frattempo si sono resi pericolosi una sola volta su punizione, allo scadere complice un nostro leggero calo di tensione trovano il gol che può farli sentire ancora vivi. Iniziamo la ripresa e quando non sono passati neanche cinque minuti Palla insacca il terzo gol personale su assist al bacio di Marcello. Palla al centro e ahi noi ci facciamo sorprendere da un lancio lungo e gli avversari accorciano ancora le distanze. E’ il momento di mettere forze fresche, Arborio sostituisce uno stremato Amati e si piazza in attacco con Palla che scala in fascia. I padroni di casa nonostante siano sotto di 4 gol ci credono e accorciano ancora. Fortunatamente ristabiliamo quasi subito le distanze con il primo gol stagionale di Arbo che stoppa di petto e in girata mette il pallone quasi nel sette lasciando di marmo il portiere avversario. La partita è ormai in controllo, negli ultimi minuti entrano in campo Mancu e Mappe al posto di Fede (a sua volta entrato al posto di Impe e tolto per evitare una seconda ammonizione) e Arborio. All’ultimissimo minuto gli avversari vanno ancora a segno ma con un evidente, a mio parere, fallo su Christian. Partita perfetta o meglio vista la prestazione 4 gol subiti sono forse troppi ma quando ti ritrovi con un vantaggio così ampio un leggero calo di tensione può capitare e obbiettivamente non c’è mai stata la sensazione che i padroni di casa potessero riaprire veramente la partita. Chiudiamo il girone di andata a quota 22 punti, buon cammino anche se giudicando le prestazioni avremmo sicuramente potuto avere 3/4 punti in più. Nel girone di ritorno cercheremo di fare meglio anche perché quelli davanti corrono veloci. Forza Virtus!!!!

BRAVI E ANCHE FORTUNATI

Eccellenza

VIRTUS – REAL TRESIANA 5 – 1 ( 2 – 1 )

Formazione: Noè, Cattaneo, Graziano Ale, Impelluso, Milani M, Amati, Pallaro
Panchina: Bergamaschi, Arborio, Mappelli, Boccalari, Viola, Rubello
Marcatori: Pallaro, Amati, Milani M, Bergamaschi (2)

Terza partita consecutiva in casa, dopo la sconfitta con la capolista Hellas Cunardo, arrivata comunque con un’ottima prestazione, siamo tenuti a riscattarci contro un’altra avversaria bella tosta, la Real Tresiana, squadra lunatica, capace di grandi imprese ma anche di tonfi inaspettati. La formazione di partenza prevede il rientro di Marcello tra i titolari, per il resto formazione standard. L’inizio della partita è subito scoppiettante, Palla con una finta lascia sul posto il suo marcatore e s’invola verso la porta ma anticipa troppo la conclusione che si perde sul fondo. Poco dopo Sandro in azione di contropiede perde il tempo e non riesce a servire Palla che sarebbe stato solo davanti al portiere, la palla gol più clamorosa però capita sui piedi di Diego che spara sulla traversa ad un metro dalla porta ( a sua parziale discolpa diciamo che era in posizione defilata e ha dovuto colpire il pallone in precario equilibrio), Gli avversari che non stanno di certo a guardare al primo vero affondo fanno centro, il centrocampista vince un paio di contrasti e serve l’attaccante che solo davanti a Christian non sbaglia. La nostra reazione è immediata e pareggiamo con un gol un po’ fortunoso, Diego colpisce di testa nell’area avversaria la palla carambola sulla testa di Palla e finisce in rete. La partita è veloce e divertente, le occasioni da gol fioccano da una parte e dall’altra, Chistian è protagonista di almeno tre interventi decisivi che tengono inviolata la nostra porta, Noi colpiamo altre due traverse e creiamo costantemente affanno alla difesa avversaria. Troviamo il vantaggio sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Impe, l’uomo piazzato sulla linea di porta respinge malamente il pallone con il petto e come un falco Diego si avventa su di esso insaccando il gol del vantaggio. Non succede più niente e chiudiamo in vantaggio un pirotecnico primo tempo. La ripresa inizia sulla falsa riga del primo tempo ma siamo bravi e fortunati a trovare quasi subito il gol del 3 a 1 con una punizione di Marci che il portiere avversario non trattiene ( diciamo che praticamente si butta il pallone in porta da solo). E’ il gol che toglie energie agli ospiti e consente a noi di gestire il pallone con più calma. Al decimo minuto Diego in evidente riserva di “carburante” lascia il posto a Teo che si piazza in attacco con Palla che scala in fascia. E’ il cambio che mette il sigillo alla partita, infatti Teo nel giro di dieci minuti piazza la doppietta che chiude definitivamente i conti, il primo gol è abbastanza facile, servito da un perfetto assist di Sandro piazza il pallone dove il portiere non può arrivare, il secondo invece è una vera e propria prodezza balistica, gran botta da lontano che s’infila all’incrocio. A risultato acquisito nei minuti finali fanno il loro esordio in eccellenza Pier Viola (un ritorno) e Bocca. Oggi abbiamo giocato bene e avuto la giusta dose di fortuna che magari in altre partite non abbiamo avuto, bisogna proseguire su questa strada. Forza Virtus!!!!

A MANI VUOTE MA A TESTA ALTA

Eccellenza

VIRTUS – HELLAS CUNARDO 2 – 5 ( 1 – 1 )

Formazione: Noè, Cattaneo, Graziano Ale, Impelluso, Bergamaschi, Amati, Pallaro
Panchina: Arborio, Mancuso, Mappelli, Viola, Boccalari, Rubello
Marcatori: Amati, Impelluso

E venne finalmente il giorno di incontrare la dominatrice del campionato fino a questo momento, Per l’undicesima giornata di campionato ospitiamo L’Hellas Cunardo squadra neo promossa che finora ha fatto filotto pieno, 10 partite 10 vittorie, saremo noi a fermarli? Gli avversari sono davvero forti e annoverano tra le loro fila individualità di spicco specialmente in attacco, beh a noi poco importa sappiamo che se facciamo il nostro gioco possiamo mettere in difficoltà chiunque nonostante assenze per squalifica importanti, oltre a Fede (che deve scontare ancora 2 giornate) stasera manca anche Marcello squalificato per raggiunto limite di ammonizioni. L’approccio alla gara è ottimo, il primo affondo è degli ospiti, bomber Nasti controlla un pallone nella nostra area e girandosi si lascia cadere, bravo l’arbitro a non abboccare, poco dopo passiamo in vantaggio con un’azione che ormai è un nostro marchio di fabbrica, rimessa laterale battuta rapidamente da Sandro che trova Diego pronto all’inserimento nell’area avversaria dove il nostro terzino goleador a tu per tu col portiere non sbaglia. Passa qualche minuto e Sandro si divora il 2 a 0 solo davanti al portiere, mannaggia. Gli avversari si fanno pericolosi su punizione centrando la parte superiore della traversa. Quando non manca molto alla fine del tempo perdiamo una sanguinosa palla a centrocampo l’attaccante avversario entra nella nostra area e Diego si rende protagonista di un’ottima diagonale difensiva facendosi tamponare dallo stesso attaccante, l’arbitro che prima era stato bravo questa volta non si capisce cosa veda ed assegna il rigore cogliendo una topica colossale, vane le nostre proteste, palla sul dischetto e gol del pareggio. Si gioca ancora per qualche minuto prima di andare al riposo senza che il risultato cambi. Iniziamo la ripresa con la stessa intensità e determinazione ma a segnare il gol del 2 a 1 sono gli avversari, questa volta con un pezzo di bravura del solito Nasti, che dopo un paio di dribbling spiazza Christian chiudendo il tiro sul primo palo. Siamo comunque totalmente in partita, non passa molto ed Impe al termine di una bella azione viene atterrato all’inteno dell’area avversaria, rigore solare per tutti tranne che per l’arbitro che invece assegna la punizione dal limite dell’area. Fortunatamente battere una punizione dal limite con le dimensioni delle porte che abbiamo quest anno è quasi come tirare un rigore ed infatti Impe scarica una cannonata sotto la traversa che non lascia scampo al portiere. 2-2 ed inerzia dalla nostra parte, ma in questo campionato le cose facili non ci piacciono, non è passato neanche un minuto dal gol del pareggio che pensiamo bene di farci gol da soli, lancio lungo degli avversari, incomprensione tra Sandro che appoggia di testa all’indietro e Chri che nel frattempo è uscito e palla che scivola dolcemente in fondo alla rete. Per il morale è una mazzata, non per le gambe perché ci rimettiamo a testa bassa ad attaccare ed il loro portiere compie almeno un paio di ottime parate, ma così facendo lasciamo il contropiede agli avversari che puntualmente ci puniscono con il quarto e quinto gol, arrivati comunque ancora con una nostra gestione del pallone sbagliata. Al triplice fischio rimane netta la sensazione di qualcosa che poteva essere ed invece non è stato, riceviamo i complimenti degli avversari che però non portano punti. Quest’anno va così al minimo errore (soprattutto in casa) paghiamo dazio e lo paghiamo caro, le prestazioni (a parte forse la partita con il s.eusebio) sono sempre state buone ed avrebbero dovuto fruttare sicuramente qualche punto in più, 5 sconfitte sono tante ma in nessuna di queste l’avversario si è dimostrato più forte. Ripartiamo, Forza ragazzi!!!!

ALL’ULTIMO RESPIRO

Eccellenza

VIRTUS – REAL MAGRITTE 5 – 4 ( 2 – 3 )

Formazione: Noè, Cattaneo, Graziano Ale, Impelluso, Milani M, Amati, Pallaro
Panchina: Bergamaschi, Viola, Mancuso, Mappelli, Rubello, Arborio
Marcatori: Amati, Impelluso 2, Milani M, Bergamaschi

Iniziamo il trittico di partite casalinghe ospitando i Bustocchi del Real Magritte altra squadra neo promossa che si sta comportando bene in questo girone di andata tant’è che si trova in classifica tre punti sopra di noi. Partiamo con la seguente formazione: Chri in porta, Eboh scontata la squalifica torna in difesa insieme a Sandro, a centrocampo Impe, sulle fasce Marci e Diego e in attacco Palla. Iniziamo subito a cercare di imporre il nostro gioco fatto di passaggi palla a terra ma alla prima occasione gli avversari vanno a segno, lancio lungo per la punta che di petto smorza il pallone per il vicino compagno, tiro al volo e palla in rete con la nostra difesa abbastanza statica a guardare. Ritorniamo a macinare gioco e arrivano anche per noi delle opportunità da gol che però non riusciamo a concretizzare, gli avversari invece con il massimo senso cinico si portano sul 2 a 0 con un’azione che sinceramente non ricordo. Fortunatamente accorciamo subito le distante con un bel gol di testa di Diego imbeccato alla perfezione da Marcello con un perfetto cross da calcio d’angolo. Palla al centro e gli ospiti trovano il 3 a 1, vane le proteste di Sandro che lamenta un’entrata a gamba tesa nei suoi confronti. Tutto da rifare ma non ci abbattiamo e accorciamo ancora le distanze con un gran destro incrociato di Marci che non lascia scampo al portiere avversario, lo stesso Marcello praticamente allo scadere ha l’occasione clamorosa per il pareggio, da prima è bravissimo ad intuire l’incomprensione tra portiere e difensore avversario ma poi a tu per tu con il portiere calcia incredibilmente fuori, finiamo così sotto di un gol il primo tempo in cui noi abbiamo tirato in porta almeno 6/7 volte e gli avversari giusto 3. Iniziamo la ripresa assolutamente determinati a ribaltare il risultato (intanto verso la fine del primo tempo Diego è dovuto uscire per un dolore al ginocchio, al suo posto è entrato Teo), troviamo il pareggio con un’azione spettacolare palla a terra conclusa con un tiro nel sette di Impe. Dopo pochi minuti troviamo anche il vantaggio ancora con Impe, che finalmente si sblocca su punizione. Sembra l’inizio della discesa e invece su calcio d’angolo gli avversari trovano il pareggio. Complice la stanchezza che affiora negli avversari mettiamo le tende nella loro metà campo e iniziamo il bombardamento alla porta, il loro portiere si esalta e sfodera almeno tre parate decisive, ovviamente essendo sbilanciati in avanti rischiamo di concedere il fianco a qualche contropiede, cosa che verso la fine accade, siamo fortunati che il centravanti avversario incespica sul pallone al limite della nostra area e non riesce a concludere. Quando sembriamo ormai rassegnati al pareggio allo scadere dei due minuti di recupero Teo si trova al momento giusto e al posto giusto e raccoglie un pallone vagante nell’area avversaria depositandolo in rete. La partita sarebbe finita ma l’arbitro concede un altro minuto di recupero che per noi sembra un’ora ma fortunatamente non succede più nulla e possiamo tirare un bel sospiro di sollievo. I tre punti sono meritatissimi, adesso vedremo se nella prossima partita riusciremo a fermare il lanciatissimo Cunardo che finora ha fatto l’en plain, 10 partite 10 vittorie. Forza ragazzi, crediamoci!!!

PUNTICINO PER RIPARTIRE

Eccellenza

PROFUMERIA CALCAGNI – VIRTUS 2 – 2 ( 2 – 0 )

Formazione: Noè, Amati, Graziano Ale, Impelluso, Milani M, Pallaro, Graziano And.
Panchina: Bergamaschi, Viola, Arborio, Valentino, Mancuso, Rubello
Marcatori: Pallaro 2

Dopo i due schiaffoni presi nelle ultime due giornate si va in trasferta a Busto Arsizio, avversaria di oggi la Ligabenzo (nome ufficiale profumeria calcagni) neo promossa in eccellenza ma composta da veterani del csi e reduce da tre vittorie consecutive. L’imperativo è interrompere la striscia di sconfitte e tornare a fare punti, possibilmente 3. Dal “cinema” dell’ultima partita siamo usciti con due squalificati, Eboh fermato per una giornata mentre Fede di giornate di stop ne ha rimediate 4 (avrà tempo per curarsi mente e fisico). Mister Biondi perciò schiera questa formazione: Chri in porta, difesa con Diego e Sandro, Impe in mezzo, Marci e Palla in fascia e il pocho in attacco. Da sottolineare che anche tra le fila dei padroni di casa si registrano 2 assenze importanti. L’inizio gara è ottimo e dopo pochi minuti iniziano ad arrivare le occasioni da gol, il pocho a pochi metri dalla porta gira di piatto quasi a botta sicura ma il portiere si allunga e respinge il tiro strozzandoci in gola l’urlo di gioia, lo stesso portiere si rende ancora protagonista di ottime parate su tiri di Marci, ancora sbiru e Impe. Il ritmo non è elevatissimo ma il pallino del gioco è sempre in mano nostra, peccato però che non concretizziamo la mole di gioco prodotta e come spesso accade (a noi sempre) al primo tentativo gli avversari passano in vantaggio. Battiamo una rimessa nella metà campo avversaria, Sandro ( ritengo che far battere a lui le rimesse in attacco senza che nessuno copra preventivamente la sua posizione sia un azzardo troppo grande) viene ostacolato da un giocatore avversario che sta passando per andare a scaldarsi, la palla di conseguenza viene intercettata dagli avversari, noi restiamo un po imbambolati forse aspettando che l’arbitro fischi la ripetizione del fallo laterale, e lasciamo Diego contro tre avversari che con due passaggi facili trovano l’uomo davanti a Christian che non sbaglia. Siamo agli sgoccioli del tempo ma i padroni di casa trovano il tempo per fare il secondo gol. Dj ( soprannome di D’elia, ex audax) disegna su punizione una parabola carica di effetto che sbatte prima sul palo e poi sulla schiena di Chri e finisce in rete, diciamo che anche la buona sorte in questo periodo proprio non ci aiuta e abbastanza increduli andiamo all’intervallo sotto di due reti. Iniziamo la ripresa determinati a ribaltare il risultato, Teo (subentrato a sbiru già nel primo tempo) con un passaggio illuminante mette praticamente Marci davanti alla porta, (anche se leggermente defilato) ma il nostro tuttofare non riesce a coordinarsi e ne scaturisce un tiraccio che si perde a fondo campo. Passano i minuti e nonostante la palla sia quasi sempre in nostro possesso non riusciamo a sfondare, sono invece i padroni di casa a sfiorare il colpo del ko con un’altra punizione di D’elia che centra in pieno l’incrocio dei pali. Mister Biondi per aumentare il peso offensivo toglie Teo e mette Arbo, il cambio frutta perché su calcio d’angolo battuto abilmente da Impe due avversari vanno contemporaneamente a marcare il nostro totem lasciando Palla senza marcatura sul secondo palo libero d’insaccare di testa. Non manca molto alla fine e ci riversiamo in attacco alla ricerca del pareggio, veniamo premiati allo scadere quando ancora palla con una giocata da calcio a 5 (puntata al pallone) trova l’angolino. Emozioni finite?? No signori, l’arbitro chiama due minuti di recupero, riusciamo in modo incredibile a subire un contropiede, Gigi Cozza batte a botta sicura ma Christian in uscita disperata smorza il pallone con la coscia e la palla danzante nella nostra area piccola viene spazzata, sul ribaltamento di fronte punizione dal limite per noi, Impe appoggia a Sandro (se non ricordo male) ma il tiro finisce a lato. Questa è realmente l’ultima emozione della partita. Guardiamo il bicchiere mezzo pieno, bravi e determinati a recuperare il doppio svantaggio ma contro un calcagni a cui mancavano un paio di pedine fondamentali forse si poteva fare di più, pazienza, obbiettivamente ci è mancato anche un pizzico di fortuna, in classifica ora siamo a metà del guado, tre punti dietro c’è la zona retrocessione e tre punti avanti c’è il secondo posto. Sotto a chi tocca. Forza Virtus!!!!

BRUTTO SPETTACOLO

Eccellenza

VIRTUS – S.EUSEBIO 4 – 5 ( 2 – 3 )

Formazione: Noè, Cattaneo, Graziano Ale, Milani M, Pallaro, Amati, Impelluso
Panchina: Gatti, Arborio, Mancuso, Bergamaschi, Graziano And, Rubello
Marcatori: Amati, Pallaro, Graziano Ale, Gatti

Ottava giornata di campionato, ospitiamo il S.eusebio squadra in crisi di risultati ma composta da ottimi elementi perciò vietato sottovalutare l’impegno, tra l’altro siamo tenuti a riscattare la prova opaca e colma di errori della giornata precedente. Rispetto a settimana scorsa la formazione vede il rientro di Impe per il resto formazione presso che standard. L’inizio partita è buono e dopo circa 5 minuti di gioco passiamo in vantaggio con un bel tiro di prima intenzione di Diego su ottima sponda di Impe. E’ un fuoco di paglia perché il nostro gioco non scorre fluido e gli avversari con il loro centrocampista e gli uomini di fascia ci fanno soffrire. Il pareggio però arriva su una nostra disattenzione, gli ospiti battono una rimessa o un corner (non ricordo bene) respingiamo il primo cross ma sulla seconda ribattuta nella nostra area lasciamo solo un avversario a due metri dalla porta e per lui è un giochetto infilare il pallone in rete. Passa qualche minuto e andiamo addirittura sotto, rimessa a nostro favore battuta male (diciamo da sempre che le rimesse vanno battute sui piedi se ravvicinate) che lancia il contropiede avversario, tiro a fil di palo che Christian sfiora ma non riesce a deviare e 2 a 1 per gli ospiti. Fortunatamente la reazione è immediata e Palla con un’azione personale pareggia “uccellando” con una sorta di pallonetto il portiere avversario. Partita rimessa in carreggiata?? Ma che, un tentativo di triangolo tra Fede (subentrato a Diego) ed Impe viene intercettato e dopo aver vinto due contrasti il bravo centrocampista giallo-nero entra in area e batte Christian in uscita. Il tempo finisce e chiudiamo sotto di un gol il primo tempo. Iniziamo la ripresa vogliosi di ribaltare il risultato ma si gioca più con i nervi che con la testa e spesso per la foga si fanno le scelte sbagliate, intorno al decimo minuto arriva sui piedi di Diego (rientrato al posto di un Marcello abbastanza sotto tono) la palla buona ma il nostro “bomber” in precario equilibrio non riesce ad angolare troppo il tiro ed il portiere uscito a valanga respinge il tiro. Ovviamente dal possibile pareggio passiamo a subire il quarto gol, lancio lungo dalla difesa, Eboh probabilmente valuta male la traiettoria del pallone ed interviene in maniera non precisa, nel tentativo di recuperare palla e posizione si scontra con Christian che nel frattempo era uscito per chiudere lo specchio della porta all’evversario e la frittata è fatta. L’altalena di gol continua, accorciamo le distanze con Sandro lanciato nello spazio da Fede, ma ancora una volta subiamo gol con una fase difensiva decisamente da rivedere, ok eboh avrebbe potuto contrastare meglio l’uomo scappato in fascia ma perché sul cross di quest’ultimo c’è un avversario solin soletto in area libero di appoggiare in rete senza opposizione??? Tutto da rifare, abbiamo la forza e la fortuna di trovare il quarto gol su punizione con Fede ( portiere beffato da un velo di un suo difensore). Nel finale però succede di tutto, gli animi già bollenti per una direzione di gara decisamente pessima (questo arbitro sarebbe da pensionare) esplodono, Fede viene tolto da Mister Biondi prima che che venga espulso (già ammonito si rivolge al direttore di gara in maniera non proprio amichevole), Vengono espulsi Eboh e l’attaccante avversario per reciproche scaramucce (nella caciara Fede riesce comunque a farsi espellere) Insomma a pallone non si gioca più e la partita finisce 4-5. Altra prova decisamente al di sotto del nostro standard aggravata da un nervosismo eccessivo, sappiamo benissimo che questo arbitro ha dei grossi limiti e ci siamo cascati in pieno. A tal proposito mi permetto di dare una tirata di orecchie pubblica al nostro Golden Boy Fede, uno come lui riconosciuto dal gruppo (insieme ad altri 2 o 3 senatori) come leader tecnico e carismatico non può e non deve permettersi le scenate fatte questa sera (è un ragazzo intelligente e sa che l’ha fatta fuori dal vaso). Detto questo bisogna ritrovare velocemente la retta via a partire dalla prossima difficilissima trasferta contro il Calcagni. Forza ragazzi!!!

MANNAGGIA MANNAGGIA

Eccellenza

CASTEGNATE – VIRTUS 4 – 3 ( 3 – 1 )

Formazione: Noè, Cattaneo, Graziano Ale, Milani M, Bergamaschi, Amati, Pallaro
Panchina: Gatti, Mancuso, Arborio, Graziano And, Mappelli, Rubello
Marcatori: Milani M, Amati, Autorete

Prima trasferta domenicale per la ciurma di Mister Biondi, si va a Castellanza ad affrontare il Castegnate, squadra che la scorsa stagione si è salvata nelle ultime giornate ma che quest’anno è partita in quarta e si trova con i nostri stessi punti in classifica. Come formazione registriamo il forfait di Impe al’ultimissimo minuto perciò ci schieriamo con Christian in porta, Eboh e Sandro in difesa, Marci a centrocampo, Diego e Teo in fascia e Palla davanti, Fede non al meglio parte dalla panchina insieme ad Arbo, Mancu, Mappe, Sbiru e Rubo. Vincere oggi sarebbe importante per non perdere terreno dal lanciatissimo treno Cunardo. L’inizio partita è ottimo e praticamente al primo minuto ci divoriamo una colossale occasione da gol con Palla che centra il portiere ad un metro dalla porta dopo che lo stesso portiere non aveva trattenuto un tiro di Teo. Allo stesso Teo poco dopo capita un’altra buona occasione ma strozza troppo il tiro ed il pallone finisce fuori. Dagli e ridagli troviamo il vantaggio su punizione con Marcello (tiro non irresistibile che comunque finisce in rete). Il vantaggio non ci conferisce la tranquillità che dovrebbe e gli avversari cominciano a prendere campo, il loro pareggio però arriva su una nostra ingenuità, Eboh commette un’inutile fallo sulla fascia laterale e sugli sviluppi della punizione i padroni di casa segnano, complice anche una deviazione che spiazza Christian. L’occasione per tornare in vantaggio arriva subito ma siamo sfortunati perché Diego in acrobazia prende la trasferta. Dal possibile nostro vantaggio si concretizza invece il vantaggio dei padroni di casa frutto di un’azione in cui fanno girare la palla da destra a sinistra fino a trovare un uomo solo in area. Complice la stanchezza che inizia a farsi sentire non riusciamo a produrre occasioni per il pareggio e anzi allo scadere subiamo il terzo gol ancora su punizione ( con Chri non esente da colpe, dalla panchina sembrava un tiro parabile). Iniziamo la ripresa in maniera veemente e con Fede in campo al posto di Teo, accorciamo le distanze con un perfetto inserimento di Diego ottimamente imbeccato da Sandro direttamente da rimessa laterale, sembra il preludio di una grande rimonta ma a parte una mischia nella loro area generata comunque da un netto fallo da rigore (su cui l’arbitro inspiegabilmente ci concede il vantaggio) non riusciamo ad impensierire più di tanto il loro portiere, è invece Christian che deve rendersi protagonista di due parate difficilissime per consentirci di stare ancora in partita. Purtroppo però quando mancano cinque minuti alla fine i padroni di casa trovano il quarto gol sfruttando una nostra difesa decisamente troppo statica. Nel frattempo Mister Biondi aveva tolto gli stremati Pallaro e Amati ed inserito Arbo e Sbiru, proprio Sbiru ad una manciata di minuti dalla fine imbastisce l’azione che porta al gol della speranza con il difensore avversario che nel tentativo di anticipare Arbo manda il pallone nella propria porta. E’ il gol dell’illusione perché il miracolo non avviene e al triplice fischio non ci resta che leccarci le ferite. Davvero un peccato, oggi non si è certo vista la Virtus migliore, continuiamo a pagare carissimo delle ingenuità che si potrebbero evitare, oggi tra l’altro c’erano almeno 2 o 3 persone decisamente non al meglio. Niente di male, testa alta e ripartire, il campionato a parte il Cunardo in fuga resta equilibratissimo, pensiamo a recuperare la forma e a metterci la massima “GARRA” che oggi magari un pochino è mancata. Forza Virtus!!!!!

TRIPLETTA….

Eccellenza

VIRTUS – DREAM TEAM 5 – 3 ( 2 – 2 )

Formazione: Arborio, Cattaneo, Graziano Ale, Milani M, Pallaro, Bergamaschi, Impelluso
Panchina: Noè, Boccalari, Milani G, Graziano And, Mappelli, Amati
Marcatori: Milani M 3. Pallaro, Impelluso

Sesta giornata di campionato, a farci visita sono i ragazzi del Dream Team, squadra forte e smaliziata contro la quale la passata stagione abbiamo lottato fino all’ultima giornata per il secondo posto in campionato. Per questa partita l’unico a recuperare e ad essere a disposizione partendo dalla panchina è Diego (Amati) mentre Christain rimane ancora fermo e a difendere la nostra porta tocca ancora ad Arbo. Non per infortunio ma per impegni personali stasera dobbiamo fare a meno anche di Fede, al suo posto Mister Biondi schiera Teo (occasione ghiotta per lui per dimostrare di poter essere una pedina importante del nostro scacchiere), per il resto formazione standard, con una variazione tattica, Marci a centrocampo ed Impe in attacco. L’avvio è ottimo e dopo neanche 5 minuti andiamo in vantaggio con Palla, bravo ad inserirsi alle spalle del difensore e fortunato perché lo stesso difensore nel rinviare lo centra in pieno e la palla finisce in rete. La partita si gioca su ritmi alti, le marcature preventive studiate dal nostro mister funzionano e riusciamo a limitare le azioni degli elementi di spicco della squadra avversaria, ciò nonostante gli ospiti con due punizioni nel giro di pochi minuti ribaltano il risultato. Poco male siamo in partita e ristabiliamo la parità con un tiro da fuori di Marcello. Si chiude in parità un bel primo tempo giocato a viso aperto da entrambe le squadre. Iniziamo la ripresa determinati a portare a casa i tre punti, dopo dieci minuti in cui succede poco (anche se il pallino del gioco è prevalentemente nostro) ci vengono i cosi detti 5 minuti e indirizziamo la partita a nostro favore. Il gol del vantaggio è propiziato da una dormita difensiva degli avversari, lancio lungo dalla nostra difesa, Palla col suo piedone riesce a deviare leggermente la traiettoria del pallone che giunge ad Impe completamente dimenticato a tre metri dal portiere avversario, tocco sporco col piede sbagliato (destro) e palla in rete. Sulle ali dell’entusiasmo andiamo ancora a segno con altri 2 gol di Marci, il primo con un bellissimo diagonale dal limite dell’area, il secondo con un colpo di testa (angolo perfetto battuto da Teo). Partita in ghiaccio. I tradatesi accorciano le distanze sfruttando una mischia in mezzo alla nostra area e tentano fino alla fine di riaprire i giochi, ma la coesione e il sacrificio di tutti i nostri giocatori ci permettono di portare a casa tre punti importantissimi e meritatissimi. Tralascio commenti sugli episodi di maleducazione e mancanza di rispetto avvenuti a fine partita ( e anche in campo) per non dare risalto a persone che non lo meritano affatto. Ancora una volta abbiamo dimostrato di essere un gruppo dove tutti possono essere utili e nessuno è indispensabile e per la prima volta negli ultimi tre anni facciamo tre vittorie di fila. Vietato fermarsi e mantenendo questo spirito diremo la nostra anche in questo campionato. Forza Virtus!!!!

TUTTO FACILE…… CON L’AIUTINO

Eccellenza

FC SOMMA GALLO CAFFE’ – VIRTUS 2 – 8 ( 2 – 4 )

Formazione: Arborio, Cattaneo, Graziano Ale, Impelluso, Gatti, Milani M, Pallaro
Panchina: Noè, Bergamaschi, Valentino
Marcatori: Impelluso 2. Milani M 2, Gatti, Bergamaschi, Graziano Ale, Valentino

Trasferta in quel di Mezzana per i boys di Mister Biondi, avversaria di oggi è la squadra nata dalla fusione di Somma e Gallo caffè, squadra ancora a zero punti ma comunque da non sottovalutare considerando anche che con l’arrivo del nuovo Mister vorranno dimostrare di non meritare l’ultimo posto in classifica. Noi ci presentiamo a ranghi estremamente ridotti con i soli Matteo e Michele in panchina abili ad entrare, c’è anche Christian ma causa distorsione alla caviglia è presente solo per dare supporto morale ai compagni. A difendere i nostri pali (causa anche la non attuale idoneità medica di Rubo, nostro vero nr 12) c’è Diegone Arborio che per un giorno torna ad indossare i guantoni come faceva da ragazzino. Inizia la partita e dopo un paio di minuti ci troviamo già sotto a causa di un errato colpo di testa di Impe che lancia l’avversario verso la nostra porta, il diagonale è potente e preciso e non lascia scampo ad Arbo. Pazienza riprendiamo a giocare e quando arriviamo al settimo minuto ecco che il portiere avversario decide di darci l’aiuto che serve per indirizzare la partita a nostro favore, sbagliando un rinvio impreca platealmente contro il cielo, per sua sfortuna l’arbitro di oggi (Sig.Crotti) a differenza di molti suoi colleghi sulle bestemmie è intransigente ed estrae immediatamente il cartellino rosso. Con la superiorità numerica iniziamo subito a far girare il pallone e piantiamo le tende nella loro metà campo, il pareggio arriva subito con Impe (finalmente a segno) i padroni di casa ovviamente agiscono di rimessa, ed in una occasione impegnano Diego che con un ottimo riflesso devia il pallone con la sua manona. Tornati ad attaccare a testa bassa troviamo il gol del vantaggio con un bel diagonale di Marci, nei minuti successivi arrotondiamo il punteggio con Sandro (tiro deviato) e Fede. Nel finale gli avversari trovano su calcio d’angolo il gol che riaccende le speranze. Iniziamo la ripresa con Teo al posto di Fede (cambio effettuato nei minuti finali del primo tempo) I primi minuti però gestiamo male il pallone e anche se i padroni di casa non arrivano a concludere verso la nostra porta ci mettono comunque in difficoltà. Al decimo Fede rientra in campo al posto di Palla e al primo pallone toccato offre ad Impe l’assist per la personale doppietta (doppietta col piede destro tra l’altro). Ristabilito tre lunghezze di vantaggio la partita si mette definitivamente in discesa, gli avversari alzano bandiera bianca e calano ulteriormente d’intensità, consentendoci di rimpinguare il risultato con altri 3 gol, Marci segna con un bel piatto al volto su lancio di Sandro, Teo fa centro con un tiro da fuori non forte ma preciso e Michele (subentrato a 8 minuti dalla fine) mette la parola fine realizzando con freddezza un calcio di rigore assegnato per fallo su Sandro. Obbiettivamente l’espulsione del portiere è stata determinante e ha permesso ai nostri giocatori di qualità di gestire al meglio la partita. Vittoria importante che ci permette di affrontare con il morale alto la prossima difficilissima partita che ci vedrà impegnati in casa contro il Dream Team, nella speranza di riuscire a recuperare almeno un paio di infortunati. Forza Virtus!!