Archivi categoria: Cronache

Virtus dove sei???

24/01/2010

A.S. Virtus MdP – A.S. Sacromonte 1993                   2 – 5                     (1-2)

Noè4 – Cattaneo5 , Milani Fa.6 – Milani A.6 , Impelluso5 , Gentile G.6,5 – Milani M.6

A disposizione: Barozza 5 – Casiraghi 6 – Gentile M. 5,5 – Azzimonti 5,5 – Picco 6

Mister: Moriggia 5

Virtus dove sei? Dove diamine sei finita? La prestazione odierna non può essere considerata tale. Riprendevamo il campionato dopo la sosta invernale ospitando la capolista Sacromonte. Di per sé già il fatto di incontrare la prima della classe dovrebbe caricarti al massimo e far crescere la voglia e la determinazione che però non si sono viste. Aggiungendo che abbiamo assoluto bisogno di punti per riportarci sotto in classifica, era uno scontro diretto con una pur ottima squadra, si sono dette tante belle parole in settimana, logico aspettarsi tutt’altra gara e tutta’altro atteggiamento, soprattutto da parte dei giocatori più esperti, invece abbiamo messo sul campo una cosa inguardabile. Fa addirittura tenerezza, per non dire pena, la nostra squadra di leoni ridotta in questo stato di paura e incapacità di reagire. A dirla tutta eravamo anche partiti bene, macinando gioco e creando un paio di grosse occasioni come al solito buttate alle ortiche nei primi 15 minuti. Normale e giusto prendere goal alla prima disattenzione, ma inaccettabile non cercare la pronta reazione lasciandosi andare e consegnarsi all’avversario. Anche perché loro, nella prima frazione, non hanno fatto nulla di particolare, ma hanno saputo fare goal e approfittare delle nostre debolezze. Il secondo goal subito nasce da una percussione del forte centravanti avversario che è riuscito a fare quello che ha voluto in mezzo a quattro, dico quattro, nostri uomini. Conclusione poi leggermente deviata che si è infilata nella nostra rete. Dopo questi ravvicinati episodi ti aspetti che venga fuori quanto meno l’orgoglio, invece il vuoto pneumatico. Accorciamo prima della fine della prima frazione grazie ad una deviazione sotto porta di Gentile G., migliore in campo, lesto a mettere lo zampino su una conclusione di Marcello. Durante l’intervallo solita cantilena: stiamo giocando meglio noi, possiamo ancora farcela, fuori gli attributi e compagnia bella. Che a voler ben guardare sono tutte cose giuste e vere. Ma cosa accade dopo un paio di minuti? Prendiamo il terzo goal, ecco cosa succede. Punizione-ribattuta-tap in….nella nostra area!!! Dovremmo essere noi i padroni di quel rettangolo! Dopo questo episodio ancora meno di zero, nonostante due goals nel calcio a sette siano più che recuperabili. Incassiamo anche il quarto su rigore. Nel finale accorciamo con una punizione di Gentile Max ma non evitiamo il quinto goal, preso nel più umiliante dei modi. Rilancio con le mani del portiere avversario fin nella nostra area piccola, Noè solo e immobile a guardare l’avversario che al volo indisturbato insacca incredulo. Incredulo anche il pubblico cha ha assistito alla scena. La situazione ora è critica, siamo più vicini alla zona rossa che a quella di alta classifica. Comincia ad aleggiare lo spettro della retrocessione, cosa impensabile fino all’anno scorso. Molti sembrano aver mollato, perso stimoli e voglia e qualcuno già ne parla da tempi non sospetti. Che sia veramente questo il nostro destino?

Dicembre 2009

Carissimi lettori, il mese appena trascorso ci ha visto impegnati in tre gare prima della nevicata che ha colpito le nostre zone sancendo con anticipo l’arrivederci all’anno prossimo, infatti, l’ultima partita dell’anno è stata rinviata, così come tutte le altre dei campionati CSI. Vi starete chiedendo come mai, comunque, non trovate i resoconti dei match disputati. Semplice, in questo Dicembre ho avuto impegni lavorativi e non che mi hanno permesso di assistere solo a una gara su tre, tra l’altro il derby della Madonna di Gree. Non avendo trovato un sostituto, sono costretto a darvi solo i risultati e a fare una panoramica generale, una specie di bilancio di metà anno. Dopo la roboante vittoria sulla Sanmacarese, abbiamo avuto vita facile contro il fanalino di coda Cas VA sotto una pioggia torrenziale e un freddo penetrante, risultato finale 4 a 1 abbastanza agevole. La settimana dopo ecco l’attesissimo derby. Qua si può spendere qualche parola in più visto la mia presenza, importanza della gara e il risultato finale. Partiamo proprio da questo. Purtroppo dobbiamo registrare una sconfitta, e anche di quelle che pesano sul morale e sullo spirito. Come ogni derby che si rispetti non è stata una gran partita giocata bene, ma sul piano delle emozioni non è mancato niente: occasioni fallite, rigori concessi e non (ne sono stati assegnati ben tre, ma ce ne stavano sicuramente altrettanti), girandole di emozioni e ribaltamenti di risultato. Fatto sta che è finita 5 a 4 per i padroni di casa dell’Audax di San Antonino che sono sempre stati avanti di un goal, ma sempre raggiunti fino al sorpasso nostro del 4 a 3. non avevamo disputato un a buona gara, ma di riffa o di raffa e con marcature sporche eravamo riusciti a mettere avanti la testa e a ritrovarci in superiorità numerica a pochi minuti dal termine. Tutto inutile purtroppo, perché a quel punto abbiamo smesso di giocare, e forse con la paura di vincere nelle gambe ma soprattutto nella tasta, abbiamo commesso errori imperdonabili e regalato i due goals che ci hanno rimandato sotto. Sintesi perfetta di questa partita, in special modo del finale, è stata data dal sempre critico Diego Amati il quale dall’alto della sua saggezza ha stabilito che: “Più la palla ce l’hai tu, meno ce l’hanno i tuoi avversari.” Come dargli torto? La terza e ultima è stata una partita giocata dopo una lunghissima trasferta ad un orario improponibile, ma il risultato è stato solo un pareggio dominato per uno a uno dopo che la sfera proprio non ha voluto sapere di entrare nella porta dei nostri avversari. Pace.

Che dire quindi in conclusione? Che purtroppo grazie a qualche passo e mezzo passo falso di troppo ci ritroviamo a metà classifica, non nelle zone di nostra competenza. Va comunque sottolineata la bravura e la continuità delle prime della classe, capaci di inanellare filotti da applausi. Penso che ormai le nostre speranze di arrivare alle fase finali siano ai minimi storici, ma la voglia di continuare a provare a fare bene raddrizzando la situazione e di divertirsi non mancano ancora. L’importante è questo…

Gente arrivederci all’anno prossimo e tante cose buone. Un caloroso augurio di buone feste anche se al momento della lettura saranno già quasi tutte finite, ma sappiate che io ho prodotto prima di Natale. Auguri!!!

P.S. – Real Carnago – CDG Gallaratese 3 a 5.

Sporting club 90 – Real Carnago 5 a 3.

Real Carnago – GS Olcellease 2 a 4.

Non te la passi mica troppo bene neanche tu, caro Carnago…

P.P.S. – Viva Viva il Natalone!!!