Archivi categoria: Cronache

PRONTO RISCATTO

Eccellenza

VIRTUS – PGS ELPIS BIUMO 3 – 1 ( 3 – 1 )

Formazione: Noè, Milani M, Cattaneo, Impelluso, Gatti, Amati, Pallaro
Panchina: Graziano Ale, Graziano And, Milani G, Mappelli, Arborio, Bergamaschi, Mancuso
Marcatori: Pallaro, Gatti, Amati

Quarta partita di campionato per la ciurma di Mister Biondi, l’imperativo è tornare a vincere, veniamo da due sconfitte consecutive e anche se le prestazioni sono state buone adesso servono come l’aria per respirare i punti per non prendere troppo le distanze da chi sta davanti. Gli avversari di oggi sono i neo promossi ragazzi dell’ elpis biumo, squadra composta da baldi giovani che ci darà sicuramente del filo da torcere. Ed infatti dopo pochi minuti dal calcio d’inizio subiamo gol su punizione, inutile e sfortunato il tentativo di Fede di respingere il pallone. Poco male ci riorganizziamo e con una bell’azione palla a terra riaciuffiamo quasi subito il pareggio con Palla che deve semplicemente appoggiare in rete un bell’assist di Diego. L’inerzia torna dalla nostra parte, ci portiamo in vantaggio con un gran gol di Fede dalla distanza, non c’è però da stare sugli allori perché gli avversari sono belli vispi e vanno vicinissimi al gol in due crircostanze, sulla prima ci salva il palo, sulla seconda il tiro esce di un niente. Scampato il pericolo troviamo con astuzia il terzo gol grazie a Fede che batte rapidamente un calcio d’angolo trovando Diego solo in area ( l’intera squadra avversaria stava protestando ancora con l’arbitro per un presunto rigore non concesso nell’azione precedente) che deposita in rete il palone con facilità. Chiudiamo così con il doppio vantaggio un primo tempo divertente e ricco di occasioni da entrambe le parti. La ripresa ci vede un po’ più guardinghi a difesa del vantaggio, il gioco è parecchio spezzettato, con gli avversari che iniziano la loro personale battaglia contro l’arbitro (personaggio che conosciamo e che quasi sempre a fine partita riesce a scontentare entrambe le squadre) senza quasi mai impensierire Christian, gode di vita facile anche il portiere avversario perché raramente ci facciamo vedere dalle sue parti. Con questo canovaccio si arriva alla fine della partita, certo agli esteti del calcio il secondo tempo avrà fatto sicuramente storcere la bocca ma a noi i tre punti servivano come il pane e alla fine tutto sommato credo che siano stati anche meritati. Il prossimo impegno sarà l’andata del primo turno dellla coppa dei gironi, sperando che quest’anno si riesca almeno a superare questo turno, appuntamento perciò Martedi 11 alle ore 21 a Turbigo. Sempre e solo Forza Virtus!!!!

SCONFITTI……. A TESTA ALTA

BIDONE – VIRTUS 5 – 2 ( 2 – 2 )

Formazione: Noè, Amati, Graziano Ale, Milani M, Impelluso, Gatti, Pallaro
Panchina: Milani G, Arborio, Graziano And., Mappelli
Marcatori: Milani M, Pallaro

La terza giornata del campionato eccellenza ha in programma il big match Bidone-Virtus rispettivamente prima e seconda dello scorso campionato. Entrambe le squadre arrivano da sconfitte casalinghe e hanno sicuramente voglia di riscatto. La nostra formazione di partenza prevede Amati al posto dello squalificato eboh, per il resto stessi giocatori della partita precedente. Partiamo alla grande e dopo un paio di minuti la prima palla gol capita a Fede lanciato verso la porta da Palla, Il nostro n° 7 però è prima disturbato dal rientro del difensore e poi gli viene respinto il tiro dalla tempestiva uscita del portiere di casa. Gol “sbagliato” e gol subito la regola con noi si manifesta sempre, anche se agevoliamo il bel gol di De Ambrogi facendoci saltare un po’ troppo facilmente. Dopo alcuni minuti subiamo il raddoppio da un’indemoniato Pozzi (aiutato da una deviazione). Sotto di due gol reagiamo e cominciamo a farci vedere dalle parti di Guidotti (portiere avversario), accorciamo le distanze con un tiro di Marci sul primo palo e nel finale di tempo troviamo anche il pareggio con Palla che deposita in rete un pallone sfuggito al portiere. Si chiude così in parità un primo tempo che ha visto per la prima metà il predominio dei muccati e per la seconda metà la nostra reazione. La ripresa inizia bene o male come era iniziata la partita, i padroni di casa premono sull’acceleratore e nei primi dieci minuti grazie anche all’aiuto di un paio di decisioni arbitrali cervellotiche indirizzano la partita a loro favore, Il gol del tre a due lo subiamo su punizione (discutibile) con deviazione decisiva che spiazza Christian, se sulla punizione del 3 a 2 possiamo discutere il rigore che viene concesso e realizzato per il 4 a 2, non me ne vogliamo i padroni di casa, appare totalmente inventato, mi spiego meglio, il fallo c’è ma una volta che concedi il vantaggio e l’attaccante a porta praticamente vuota calcia alto non puoi tornare indietro e dare rigore (anche perché nel primo tempo era successa una cosa analoga a nostro favore e l’arbitro non ci ha concesso la punizione dopo che il vantaggio non si era concretizzato). Sotto di due gol e con i nervi a fior di pelle tentiamo la rimonta costruendo un paio di azioni potenzialmente pericolose (Milo anticipato dal portiere e gran tiro al volo di Fede fuori di poco) ma non riusciamo ad accorciare le distanze. Nel finale in contropiede arriva invece il gol dei padroni di casa che chiude definitivamente i conti. Ai punti avrebbero comunque meritato di vincere i ragazzi del Bidone decisamente in palla stasera, però di fatto le decisioni arbitrali sono state decisive. A fine partita consueto terzo tempo con birre e panini offerti gentilmente dai padroni di casa. Dopo tre partite abbiamo tre punti in classifica come l’anno scorso ma se analizziamo le prestazioni quelle di quest’anno sono decisamente migliori perciò non demoralizziamoci e continuiamo a lavorare che i risultati arriveranno.

ESORDIO CASALINGO AMARO

Ecellenza

VIRTUS – OSGB M.I.C. 1 – 3 ( 0 – 1 )

Formazione: Noè, Cattaneo, Graziano Ale, Milani M, Pallaro, Amati, Gatti
Panchina: Impelluso, Milani G, Graziano And, Mappelli, Mancuso
Marcatori: Cattaneo
Esordio casalingo sul nuovo manto erboso di Turbigo (eh si per chi non lo sapesse quest’anno le partite casalinghe le giochiamo il venerdì sera a Turbigo), avversari di turno i neo promossi ragazzi del M.I.C.(Madonna in Campagna) di Gallarate. Sarà l’emozione di giocare su un campo totalmente in erba o semplicemente il fatto che su questo campo non abbiamo ancora i riferimenti ma i primi 10 minuti di partita ci vedono in netta difficoltà e rischiamo di andare in svantaggio con un avversario lanciato in contropiede e fermato da ebho con “mestiere” ma non sufficiente per evitare il cartellino giallo. Scampato il pericolo ci riorganizziamo e cominciamo finalmente a macinare il nostro gioco, Impe (entrato al posto di Diego anche lui ammonito) impegna il portiere avversario su punizione (calciata troppo centrale però) la pressione è costante e ci stabiliamo nella loro metà campo ma come spesso accade nel nostro migliore momento sono gli avversari a trovare il vantaggio, ci facciamo ancora sorprendere in contropiede ma questa volta il forte attaccante avversario trafigge Christian in uscita disperata. Il tempo per abbozzare la rimonta non c’è e chiudiamo sotto di un gol il primo tempo. Iniziamo la ripresa e dopo 5 minuti gli avversari raddoppiano con un calcio di punizione beffardo. Non ci perdiamo d’animo e Marci imbecca Ebho con un bellissimo assist, il nostro difensore è freddo e davanti al portiere non sbaglia 1 a 2. Poco dopo però ci complichiamo ulteriormente la vita rimanendo in uno in meno perché lo stesso ebho (troppo irruento sapendo di essere già ammonito) si prende il secondo giallo. Paradossalmente rimasti con un uomo in meno giochiamo meglio, sfioriamo il pareggio con un tiro da lontano di Marci che fa la barba all’incrocio dei pali, Palla messo davanti al portiere da un assist al bacio di Fede non riesce a coordinarsi e svirgola la conclusione, nel finale entra anche Milo per dare maggior peso e freschezza davanti ma anche una sua conclusione è rimpallata da un difensore. Alla fine dopo aver già sfiorato il terzo gol una paio di volte (doppio miracolo di Christian) Il forte nr 10 avversario mette la parola fine sulla partita siglando il terzo gol. Davvero un peccato perché più che per abilità degli avversari (squadra tosta che sicuramente darà del filo da torcere a tutti) oggi abbiamo pagato disattenzioni nostre, e si che mister Biondi si era raccomandato specialmente con qualcuno di evitare ogni tipo di rischio inutile. Pazienza partita dopo partita troveremo i riferimenti giusti anche su questo campo e faremo valere le nostre qualità che sono tante, adesso testa alla prossima partita che ci vede impegnati nel big match contro i campioni provinciali del Bidone. Forza Virtus!!

BUONA LA PRIMA E TABU’ SFATATO….

ECCELLENZA

FRASSATI – VIRTUS 1 – 4 ( 0 – 2 )

Formazione: Noè, Cattaneo, Graziano Ale, Impelluso, Milani M, Pallaro, Gatti
Panchina: Rubello, Mappelli, Amati, Mancuso, Graziano And.
Marcatori: Pallaro, Amati, Graziano Ale, Gatti

Finalmente si comincia a giocare per i tre punti. I ragazzi del confermatissimo Mister Biondi tenteranno di bissare l’ottimo campionato giocato nella passata stagione, come primo avversario ci tocca la nostra bestia nera, Il Frassati mai e dico mai battuto da quando sono saliti in eccellenza. E’ giunto il momento di sfatare questo tabù. I ragazzi stanno tutti bene e sono in forma (grazie alla preparazione svolta con voglia ed impegno da tutti) e hanno una voglia matta di giocare e vincere. L’inizio gara è folgorante, dopo 40 secondi siamo già in vantaggio, bel gol di Palla che si libera del suo avversario con un dribling e trafigge il portiere con un tiro preciso sul primo palo. Il vantaggio immediato ci regala sicurezza ma le dimensioni ridotte del campo fanno si che il gioco non sia fluido, gli avversari (squadra comunque ordinata e forte fisicamente) ci mette un po’ in difficoltà senza però creare occasioni da rete. A metà tempo andiamo vicinissimi al raddoppio con capitan Impe che sfruttando una sponda di testa di palla rischia di spezzare in due la traversa con una fucilata impressionate, il pallone rimbalza vicino alla linea di porta ma non entra e viene messo in calcio d’angolo, calcio d’angolo battuto da Fede che pesca ancora Impe in buona posizione ma quasta volta il tiro finisce alto. A dieci minuti dalla fine il mister fa rifiatare Fede ed inserisce Diego che preso in giro da tutti per la panchina iniziale si toglie subito la soddisfazione di timbrare il cartellino dopo pochissimi minuti dal suo ingresso in campo insaccando un perfetto traversone di Marcello (se non sbaglio). Chiudiamo così un ottimo primo tempo con il doppio vantaggio. Iniziamo il secondo tempo con Fede che rientra al posto di Palla, passano alcuni minuti e ha mettere la partita in ghiaccio ci pensa Sandro con un tiro all’angolino che lascia il portiere avversario senza scampo. Gli avversari a questo punto un po’ demoralizzati lasciano le maglie difensive un po’ troppo larghe e Christian con un perfetto rilancio con le mani pesca Fede da solo, il biondo lascia rimbalzare una volta la palla e poi trafigge il poertiere con un bel diagonale di sinistro. Siamo in controllo totale della partita e quando mancano dieci minuti alla fine il mister da il via alla girandola delle sostituzioni, Rientra per primo Palla e successivamente entrano Sbiru, Mappe e Mancu. Nel finale gli avversari cercano con orgoglio il gol della bandiera che arriva con un colpo di testa all’interno della nostra area. Al triplice fischio dell’arbitro possiamo finalmente gioire perr aver trovato la vittoria contro il Frassati alla settima partita contro di loro. Che dire, ottimo esordio, manteniamo i piedi per terra e continuiamo a lavorare con impegno e umiltà. Prossimo appuntamento l’esordio sul nuovo campo contro la neopromossa MIC che ha dimostrato da subito di non voler fare la comparsa in eccellenza. Forza Virtus!!

E’ FINITA TROPPO PRESTO….

Ottavi di Finale Fase Regionale

VIRTUS – AZ PNUMATICA 1 – 2 (1 – 1 ) Sabato 28/05

Formazione: Noè, Cattaneo, Graziano Ale, Impelluso, Amati, Milani M, Pallaro
Panchina: Moriggia, Graziano And. Donadoni, Mancuso, Gatti, Valentino
Marcatore: Milani M

AZ PNEUMATICA – VIRTUS 1 – 1 ( 0 – 0 ) Domenica 29/05

Formazione: Noè, Cattaneo, Graziano Ale, Milani M, Pallaro, Amati, Impelluso
Panchina: Moriggia, Graziano And, Mancuso, Mappelli, Valentino
Marcatore: Impelluso (rigore)

Finalmente a quasi un mese dalla fine del campionato arriva il week-end dove si giocano gli ottavi di finale della fase regionale. Per i pochi che non lo sapessero ci siamo qualificati a questa fase arrivando secondi in campionato. A differenza di 4 anni fa il csi Lombardia per quest’anno ha predisposto gare di andata e ritorno in stile coppe europee, a noi è toccato forse l’avversario più tosto da affrontare, i pluricampioni regionali dell’az pneumatica. Sfida affascinante e durissima, che tra l’altro per noi vale anche come rivincita visto che 4 anni fa sono stati proprio i comaschi ad eliminarci ai quarti di finale. Le nostre spie mandate a studiare gli avversari nelle finali playoff del campionato di Como hanno confermato che ci troveremo davanti una squadra in cui tutti gli elementi danno del tu al pallone e soprattutto hanno un’esperienza e una malizia che a questi livelli fanno la differenza. La prima partita la giochiamo tra le mura amiche del Virtus Stadium, c’è il pubblico delle grandi occasioni e i ragazzi sono ben motivati e vogliosi di dimostrare il loro valore. Il primo tempo è bellissimo, le squadre battagliano su ogni pallone, dopo un paio di occasioni fallite troviamo il vantaggio con un tiro di Marcello deviato dal difensore avversario (gol comunque da attribuire a Marci). Il vantaggio però dura pochissimo e gli avversari pareggiano quasi subito e il primo tempo si chiude in parità. Nel secondo tempo complice il gran caldo non riusciamo più a proporre azione offensive degne di nota mentre i comaschi piano piano prendono campo e ci costringono sulla difensiva anche se di occasioni da gol vere e proprie non ne creano, ahinoi trovano comunque il vantaggio con un tiro a palombella senza grosse pretese. Con la lancetta del carburante già abbondantemente in riserva non riusciamo ad agguantare il pareggio e la partita termina con la vittoria di misura degli ospiti. Poco male, il primo tempo ci ha detto che ce la possiamo giocare ad armi pari. Domenica partiamo per Cucciago carichi e determinati a ribaltare il risultato, piove e bene anche, variabile da prendere in considerazione, ma il campo in sintetico si presenta in perfette condizioni. Il 7 di partenza è lo stesso, a parte il cambiamento di ruoli, Palla scala in fascia, Marci a centrocampo ed Impe in attacco. Come per sabato il primo tempo è ben giocato, ma rispetto alla prima partita oggi sembriamo avercene di più noi, nonostante questo ed un paio di buone occasioni però non riusciamo a trovare il vantaggio e chiudiamo il primo tempo sullo 0-0. Nel secondo tempo rimane la sensazione di avere un filino di brillantezza in più ma dopo aver vanificato una buona occasione in contropiede i padroni di casa trovano il vantaggio con un siluro all’incrocio. Il gol subito non ci abbatte, e ci riversiamo in attacco alla ricerca del gol che riaccenderebbe le speranze almeno di arrivare ai rigori. La caparbietà è premiata e pareggiamo con un rigore di Impe. Gli ultimi minuti sono concitati, nonostante l’inferiorità numerica (espulso Eboh per doppio giallo) facciamo tremare le gambe ai padroni di casa ma il golletto che porterebbe la sfida ai rigori non arriva. Al triplice fischio l’amarezza è tanta, gli sguardi di sollievo dei padroni di casa e i complimenti che ci hanno fatto stanno a sottolineare che abbiamo tenuto testa ad una corazzata che negli ultimi anni è costantemente al vertice del csi regionale e nazionale. C’è il rammarico di essere arrivati a questa sfida con parecchi ragazzi non al meglio della forma o addirittura out per infortunio, detto questo abbiamo fatto ancora vedere cos’è la Virtus, e questo ci deve dare consapevolezza per riprovarci l’anno prossimo. BRAVI RAGAZZI!!!

Adesso spazio al pagellone stagionale (così Diego è contento)

Chri: 7 Qualche errorino ma per l’ennesimo anno comanda una delle difese più forti del csi
Eboh: 7 forse non il suo anno migliore ma quando conta (vedi dream team in casa) non sbaglia mai
Sandro: 7 genio e sregolatezza, prestazioni eccezionali alternate ad errori clamorosi, è così e a noi va bene così
Impe: 6,5 stagione altalenante, solo nel finale si è rivisto il vero Impe.
Marcello: 7,5 costante, pochissimi i passaggi a vuoto, abbandona?? Ma non scherziamo..
Fede: 7,5 ha regalato perle di alta classe, peccato non averlo avuto a disposizione per le ultime partite
Diegao: 8 capocannoniere della squadra, non molla mai e ha giocato anche da rotto
Palla: 8 vera rivelazione dell’anno.
Claudio: 6,5 minutaggio limitato ma ha contribuito al raggiungimento dell’obbiettivo, ritiro? vedremo
Mappe,Sbiru,Micky,Mancu,Dona: 8 il campo l’hanno visto pochissimo ma senza la loro costante presenza negli allenamenti e il loro supporto non avremmo ottenuto nessun risultato. Nota di merito aggiuntiva per sbiru, il suo gol di tacco nel derby con l’audax vince il premio di gol più bello dell’anno.
Arbo: s.v. Poche presenze prima di Natale, out per il resto della stagione, speriamo di averlo in piena forma a Settembre
Salmo s.v. speriamo sia dei nostri a tutti gli effetti per la prossima stagione
Milo e Tia: s.v. apparizioni fugaci. Si ripresenteranno?? Vedremo
Mister, Steve, Ale e berta 7,5 ci diamo un bel voto, siamo un bello staff.
LERRY: 10 Non ho aggettivi per quest’uomo………

TUTTI IN CARROZZA…… PARTE IL TRENO REGIONALE!!!

Eccellenza

VIRTUS – BIDONE 6 – 2 ( 2 – 0 )

Formazione: Noè, Cattaneo, Milani M, Impelluso, Graziano Ale, Amati, Pallaro
Panchina: Moriggia, Gatti, Graziano And, Valentino, Mancuso.
Marcatori: Pallaro (3) Impelluso (2) Milani M

Si parteeeeeee, eh si finalmente possiamo dirlo, per la seconda volta da quando siamo in eccellenza (con la prossima stagione saranno 10 gli anni di militanza nella massima serie) stacchiamo il pass per accedere alle fasi regionali, se nel 2012 ci siamo andati da campioni provinciali quest’anno ci andiamo da secondi classificati ma la soddisfazione è la stessa. Oggi contro i già campioni provinciali del Bidone bisognava “solo” vincere, qualcuno dava già per scontato il risultato ma prima di scendere in campo io non ho mai visto nessuno vincere. Lo abbiamo fatto sfoderando una prestazione ricca di qualità e determinazione, pur riconoscendo che davanti non avevamo certo il miglior Bidone che comunque per ampi tratti di partita ci ha fatto soffrire (complimenti ancora a loro per la vincita del campionato, sono davvero una bella squadra e un bel gruppo). Non voglio soffermarmi troppo sulla partita di oggi, (per la cronaca apre le marcature Marcello segnano poi tre gol uno straripante pallaro e 2 li segna un ritrovato Impe, da sottolineare l’assist di Mancu per l’ultimo gol di Impe) ma vorrei rendere omaggio ad una stagione che dopo anni di lotta per non retrocedere ha riportato i ragazzi dell’eccellenza a lottare per il vertice della classifica. Campionato che ci ha visti sempre protagonisti, abbiamo chiuso un ottimo girone di andata al secondo posto a un solo punto di distacco dalla capolista che era il Dream Team ( complimenti anche a loro, da neo promossa hanno fatto un campionato eccezionale) poi nel girone di ritorno il Bidone ha ingranato la quarta marcia e progressivamente si è preso la testa della classifica lasciando noi e il Dream Team a lottare per la piazza d’onore. Lotta apertissima, se i tradatesi possono rimpiangere di aver perso punti preziosi per strada noi non siamo certo da meno, perché quando potevamo approfittare dei loro passi falsi non l’abbiamo mai fatto, si è giunti così allo scontro diretto della penultima giornata dove (non me ne vogliano) abbiamo sfoderato una prestazione maiuscola meritando un pizzico più di loro il secondo posto in classifica. Risultato ottenuto da una squadra che prima di tutto è un gruppo forte dove tutti sono necessari e nessuno è indispensabile, facciamoci i complimenti e dopo i dovuti festeggiamenti torniamo a concentrarci perché c’è ancora da giocare. Forza Virtus!!!!!!!

ANCORA UN PICCOLO SFORZO

Eccellenza

VIRTUS – DREAM TEAM 1 – 0 ( 1 – 0 )

Formazione: Noè, Cattaneo, Milani M, Impelluso, Moriggia, Amati, Gatti
Panchina: Pallaro, Graziano And, Valentino, Donadoni Mappelli
Marcatori: Pallaro

E venne così il giorno del “o la va o la spacca”, avversari di oggi sono i ragazzi del Dream Team in lotta con noi per il secondo posto, se a loro potrebbe andar bene anche il pareggio a noi essendo dietro di loro di 2 punti serve solo la vittoria per scavalcarli e mettere il destino nelle nostre mani. Formazione iniziale che vede Chri in porta, Eboh e Marcello (sostituisce lo squalificato Sandro) in difesa, a centrocampo Impe, sulle fasce Claudio e Diego e davanti Fede. L’inizio partita è subito buono, siamo aggressivi e facciamo subito capire ai forti attaccanti Tradatesi che oggi avranno vita dura. Dopo cinque minuti o poco più arriva però il forfeit di Fede per il riacutizzarsi di un problema muscolare, al suo posto entra Palla. L’atteggiamento in campo non cambia, la partita la facciamo noi mentre gli avversari si limitano a cercare il forte n° 7 nella speranza che inventi qualcosa. A metà tempo circa i nostri sforzi sono premiati e troviamo il vantaggio proprio con Palla che devia in rete un tiro di Marci. Il vantaggio ci da ancora di più consapevolezza nei nostri mezzi e chiudiamo in attacco il primo tempo anche se il gol del raddoppio non arriva ( ci viene però negato un rigore solare) . Il secondo tempo inizia come era finito il primo, noi alla ricerca del gol della “tranquillità” e gli avversari che si difendono e cercano il guizzo delle punte, l’occasione per pareggiare agli ospiti capita su calcio di rigore, assegnato per fallo di mano di Diego (ci sta, non ci sta che non ci sia stato dato a noi quello nel primo tempo). Sul dischetto si presenta il loro n° 10 che però angola troppo e manda il pallone fuori (con Christian che sembrava comunque sulla traiettoria) scampato il pericolo ci riversiamo ancora nella loro metà campo, il raddoppio non arriva per pura sfortuna, infatti colpiamo prima il palo con Impe (su schema da calcio d’angolo) e poi la traversa con Diego (che emula Vieri ai mondiali nippo-coreani spedendo il pallone alto da zero metri, anche se obbiettivamente colpisce il pallone in precario equilibrio). Nel finale gli avversari rimangono in 6 per l’espulsione del loro centrocampista e noi possiamo chiudere senza troppi affanni. Al triplice fischio esplode la nostra gioia per una prestazione eccezionale contro avversari forti che meritatamente si stanno giocando con noi le possibilità di accedere alle fasi regionali. Adesso manca solo una partita e il destino è nelle nostre mani (come oggi abbiamo solo un risultato a disposizione), stiamo concentrati e cerchiamo di replicare la prestazione odierna, perché se da un lato è vero che gli avversari dell’ultima partita saranno i già campioni provinciali del Bidone che hanno magari staccato la spina dall’altro lato non conosco nessuno che una volta allacciato gli scarpini scenda in campo per perdere. Ancora uno sforzo, forza ragazzi!!!

SI GIOCA AL “CIAPA NO”

Eccellenza

VIRTUS – CDG 1 – 2 ( 1 – 2 )

Formazione: Noè, Amati, Graziano Ale, Milani M, Pallaro, Impelluso, Gatti
Panchina: Valentino, Moriggia, Graziano And., Donadoni, Mancuso
Marcatori: Amati

Siamo agli sgoccioli del campionato, per la terz’ultima partita ospitiamo tra le mura amiche del Virtus Stadium le tigri amaranto del Cdg. Dopo il mezzo passo falso contro la Tresiana siamo tenuti ad un pronto riscatto per mantenere vive le speranze di secondo posto, anche se non sarà facile visto i Gallaratesi si stanno giocando la salvezza. La formazione è la stessa ad accezione di Eboh che è stato fermato dalla squalifica, al suo posto in difesa gioca Diego. Come contro la Tresiana l’inizio è un po’ timido merito anche degli avversari che da subito ci pressano alto per soffocare il nostro gioco. Dopo una decina di minuti la partita si sblocca, a segnare ahinoi sono gli avversari, Sandro rinvia corto, il pallone è raccolto dal centrocampista avversario che calcia in porta, Christian para ma sulla ribattuta il più lesto ad arrivare sul pallone è ancora un avversario che deposita il pallone in rete. Passano un paio di minuti e subiamo un altro gol, ancora con un tiro da fuori la cui traiettoria è deviata ancora dallo sfortunato Sandro, deviazione che lascia Christian senza possibilità d’intervenire. Lo shock è forte, fortunatamente a dare vigore alla squadra arriva il gol che accorcia le distanze, grazie ad una sassata di Diego su punizione. Si va così all’intervallo sotto di un solo gol. La ripresa inizia da subito con noi all’arrembaggio, gli ospiti giocano ormai solo a rilanciare il pallone sulla punta e cercando di sfruttare il contropiede, cosa che in una circostanza gli riesce benissimo, per nostra fortuna Christian sventa il pericolo con una doppia parata. Passato il pericolo torniamo a riversarci nella loro metà campo, l’occasione più clamorosa capita sui piedi di Marcello che dal limite dell’area scaglia un tiro a botta sicura che però trova un paio di deviazioni e finisce sul palo (beffa delle beffe la deviazione decisiva è di Impe….. segno nefasto del destino). Ci proviamo fino alla fine ma il pareggio non arriva. Al triplice fischio vi lascio immaginare la delusione che traspare sui volti di giocatori, staff tecnico, dirigenti e tifosi. A mitigare in parte l’amarezza per il risultato negativo arriva la notizia che il Dream Team non è andato oltre il pareggio casalingo contro la Real Tresiana, perciò i giochi per il secondo posto sono ancora aperti e si decideranno nelle ultime 2 partite con lo scontro diretto della prossima giornata in casa nostra. Sicuramente sia noi che il Dream Team non ci presentiamo nella forma migliore a questo appuntamento, ma bisogna per forza di cose raschiare il barile e trovare forze e motivazioni per superare l’ostacolo. Chi si estranea dalla lotta……. Forza ragazzi!!!

MANNAGGIA MANNAGGIA..

Eccellenza

REAL TRESIANA – VIRTUS 2 – 2 ( 1 – 2 )

Formazione: Noè, Cattaneo, Graziano Ale, Milani M, Gatti, Pallaro, Impelluso
Panchina: Amati, Moriggia, Valentino, Donadoni, Mancuso, Graziano And. Mappelli
Marcatori: Graziano Ale, Gatti

Trasfertona a Lavena Ponte Tresa per la quart’ultima giornata del campionato, l’obbiettivo come sempre sono i tre punti, oggi a maggior ragione visto che il Dream Team è caduto pesantemente (6-2) sul campo del Somma perciò vincendo ci prenderemmo il secondo posto in classifica. La rosa è al completo e mister Biondi manda in campo la seguente formazione: Chri in porta, difesa collaudata con Sandro ed Eboh, a centrocampo Marcello, sulle fasce Fede e Palla e in attacco Impe. L’inizio gara però ci vede subito un po’ in difficoltà tant’è che il mister è costretto a chiamare il time-out per sistemare tatticamente la squadra. Riprendiamo con più fiducia e cominciamo a farci vedere dalle parti della porta avversaria con un bel diagonale di Marcello parato dal portiere e con una punizione battuta velocemente da Fede che però coglie Palla un po’ di sorpresa. Il vantaggio arriva grazie ad un ripartenza fulminea di Sandro che anticipa l’avversario e s’invola solitario verso la porta avversaria depositando il pallone in rete nonostante il portiere di casa intercetti il tiro. La gioia però dura un paio di minuti, infatti i padroni di casa pareggiano sfruttando un’uscita un po’ avventurosa di Christian. Poco male, ci riversiamo subito nella metà campo avversaria e troviamo il nuovo vantaggio con un bel gol di Fede che dal limite dell’area piazza il pallone all’angolino. Chiudiamo così il primo tempo in vantaggio consapevoli che per i tre punti dobbiamo fare di più. Inizia la rispresa e dopo qualche minuto arriva la doccia gelata del pareggio, questa volta subiamo gol in contropiede ( troppi gol presi in questo modo quest’anno) Il gol ci fa male dal punto di vista psicologico, la partita s’innervosisce ( i padroni di casa applicano un gioco decisamente maschio) e l’ansia di dover vincere a tutti i costi comincia a far pesare il pallone come un macigno, costruiamo comunque buone occasioni con Diego, Sandro (forse un po’ egoista nella circostanza) ed Impe (palo) ma il gol non arriva, nel finale arrivano invece un’espulsione per parte (eboh per noi) entrambe per somma di ammonizioni. Al triplice fischio dell’arbitro le nostre facce sono tutte un programma, inutile negarlo la delusione è tanta perché è la seconda volta che il Dream Team perde e noi non riusciamo ad approfittarne , ci viene il braccino e se vogliamo ci manca anche un pizzico di fortuna. I giochi sono ancora aperti cerchiamo nelle tre partite che mancano di trovare l’energia positiva che ci permetta di centrare l’obbiettivo. Forza Ragazzi!!!